Arezzo: focus in Prefettura sulle condizioni di ponti e viadotti. Per gli interventi sono necessari 11 milioni di euro

Autostrade per l’Italia, Anas e gli altri enti coinvolti in un focus in Prefettura sulle condizioni delle infrastrutture del territorio della provincia aretina, in particolare della rete viaria, ponti e viadotti. A darne notizia la Prefettura in un comunicato ufficiale.

Si è tenuta ieri mattina, lunedì 3 settembre, presso la sede del Palazzo del Governo, una riunione, presieduta dal Prefetto Anna Palombi, finalizzata all’esame della situazione di sicurezza delle infrastrutture del territorio provinciale, con particolare riferimento al complesso della rete viaria, dei ponti e viadotti.

Presenti i rappresentanti delle Forze dell’Ordine e dei Vigili del Fuoco, i referenti del IV Tronco della Società Autostrade per l’Italia, del Compartimento Anas di Firenze, di Rete Ferroviaria Italiana, del Servizio Viabilità e della Protezione Civile della Provincia di Arezzo, del Servizio 118 dell’Azienda Usl Sudest Toscana e del Provveditorato alle Opere Pubbliche Toscana-Marche-Umbria.

L’incontro ha costituito l’occasione per verificare le condizioni di conservazione e di manutenzione delle maggiori infrastrutture autostradali, stradali e ferroviarie della provincia, con dedicata attenzione ai ponti e viadotti.

La Società Autostrade ha illustrato la situazione dello stato manutentivo delle opere d’arte – ponti, viadotti e cavalcavia – che riguardano il tratto aretino dell’A1, evidenziando il sistema ed i modelli in cui si articola l’attività di sorveglianza, di ispezione e di controllo, dai cui esiti vengono tratte le indicazioni per le necessarie attività di manutenzione. In particolare, sono stati evidenziati gli interventi, già programmati ovvero in corso, previsti per la manutenzione conservativa di alcune opere.

Per quanto riguarda la rete delle strade provinciali e regionali gestite dalla Provincia di Arezzo, l’ente locale ha riferito in ordine agli esiti del monitoraggio, svolto su richiesta del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sui ponti e viadotti che, a seconda dello stato di conservazione, devono essere oggetto di approfondimenti tecnici ovvero di interventi manutenzione. Complessivamente, per svolgere le attività ispettive e per eseguire i lavori di consolidamento e manutenzione su tutte le infrastrutture di competenza, la Provincia necessita di circa 11 milioni di Euro.

Tra le situazioni meritevoli di maggiore attenzione, sono stati segnalati il viadotto di Ponte Presale sulla SR 258 ed il ponte sulla SR 69 in località Ponti di Palazzone.

Il Compartimento Anas ha fornito un quadro aggiornato sia sulle procedure di sorveglianza e di ispezioni ordinarie e straordinarie attuate sul tratto aretino della E45 per verificare le condizioni dei viadotti, delle infrastrutture e del manto stradale, onde intervenire tempestivamente con le misure ritenute del caso e sia sugli interventi di manutenzione in corso di esecuzione.

Anche le infrastrutture connesse alla rete ferroviaria, quali ponti, cavalcavia e viadotti, sono oggetto di attenzione da parte di Rete Ferroviaria Italiana che garantisce una costante azione di vigilanza ed ispettiva utile a monitorarne lo stato di conservazione e ad individuare i lavori di conservazione, fermo restando che, comunque, al momento, non vengono rilevate particolari criticità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *