Arrestato uomo per maltrattamenti alla ex compagna e alle figlie di 18 e 3 anni

I Carabinieri della Stazione di Reggello hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 52enne per maltrattamenti contro i propri conviventi: l’ex compagna di 42 anni e le due figlie di lei di 18 e 3 anni.

Il soggetto, già denunciato nello scorso mese di marzo per analoghe illecite condotte, ieri pomeriggio, domenica 6 maggio, al culmine di una lite per motivi economici, ha nuovamente aggredito la donna e le sue figlie, minacciandole di morte e percuotendole.

Il rapporto tra la coppia, durato poco più di un anno, aveva però portato i due a convivere nella casa di lui. Tale situazione, unita alla perenne condizione di inoccupazione dell’uomo, ha comportato per la donna la necessità di finanziare il bilancio “familiare” (pagando anche le utenze domestiche) garantendo all’ex compagno ogni suo vizio, anche alcoolico.

Pertanto ieri, alla notizia che l’ex compagna aveva trovato una nuova sistemazione, il 52enne, sconvolto dalla prospettiva di perdere la sua provvigione e dall’eventualità di doversi cercare un lavoro, ha tentato di convincerla a restare, anche con minacce e percosse che non hanno risparmiato la piccola di 3 anni.
Solo il tempestivo intervento della pattuglia della locale Stazione, su segnalazione della donna al 112, ha consentito di bloccare l’uomo ed evitare peggiori conseguenze.

Gli operanti, quindi, lo hanno tratto in arresto in flagranza di reato per “maltrattamenti contro familiari o conviventi” e, su disposizione della Procura della Repubblica di Firenze, lo hanno associato al carcere di Firenze-Sollicciano.

Le vittime, invece, trasportate dal 118 presso l’Ospedale Serristori di Figline e Incisa Valdarno, sono state giudicate guaribili in 5 giorni per le lesioni riportate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *