Autumnia 2018: grande successo e boom di presenze

“Una tradizione che si rinnova ogni anno. Una festa per bambini e adulti. Un’esperienza da vivere”. È uno dei commenti arrivati sulla pagina facebook di Autumnia, la manifestazione – giunta alla sua 20° edizione – dedicata ad Ambiente, Agricoltura, Alimentazione e, quest’anno, anche alla cucina antispreco.

Ad inaugurare ufficialmente la manifestazione – che si è svolta da venerdì 9 a domenica 11 novembre nel centro storico di Figline – sono stati gli Sbandieratori dei Borghi e dei Sestieri Fiorentini, che come sempre hanno entusiasmato il pubblico con lo spettacolo di sabato pomeriggio in piazza Ficino. Insieme a questa, sono tante le iniziative che hanno attirato migliaia di visitatori, tra novità e conferme.

Rientra tra le conferme più attese il laboratorio degli studenti dell’Isis Vasari (18 ragazzi di 5°, del gruppo eccellenze della scuola), coordinati dal prof. Caruana, che per l’occasione hanno preparato e offerto nell’area cooking due prodotti, che stanno per esser brevettati dalla scuola: si tratta di 1800 cioccolatini e 2500 medaglioni di Ser Ristoro, un particolare tipo di biscotto che si inserisce nell’ambito del progetto “Insieme per il Meyer” e che ha visto collaborare l’Istituto Vasari con il Circolo Fanin. Una parte di questi biscotti è stata venduta durante la manifestazione dal Circolo Fanin, che ha raccolto 1000 euro da donare all’Ospedale Pediatrico Meyer. Si precisa, inoltre, che questo progetto è stato reso possibile anche grazie alla collaborazione di due aziende territoriali (Fabbrini per la cioccolateria e Savini per i biscotti), che hanno inserito i ragazzi in percorsi di Alternanza scuola lavoro.

Rimanendo nell’area cooking di piazza Ficino – allestita da Gola Gioconda e nella quale si sono sfidate anche le Amministrazioni di Figline e Incisa Valdarno e San Giovanni Valdarno – un’altra novità di quest’anno riguarda la sua direzione artistica, che è stata affidata allo staff di Juls’ Kitchen, formato da Tommaso Galli, che ha messo a punto il programma, e dalla food writer Giulia Scarpaleggia, che ha coordinato gli ospiti ai fornelli e che spesso li ha affiancati come sous-chef oltre ad essersi esibita in live cooking in vari momenti della tre giorni. Tra i tanti chef con cui ha lavorato gomito a gomito, per esempio, anche Michele Mezzasoma e Luisanna Messeri, l’ospite d’eccezione dell’edizione 2018, che tra le sue tante apparizioni sul piccolo e grande schermo (e in radio) è nota soprattutto per la partecipazione alla Prova del Cuoco su Rai1. Luisanna, che ha natali valdarnesi da parte paterna, ha risposto con entusiasmo all’invito del Comune ed è stata a Figline per l’intera giornata di domenica, per presentare il suo ultimo libro (“La cucina del casale”, appena edito da Rai Libri), per cucinare insieme a Giulia Scarpaleggia due piatti estrapolati dal suo libro (i pici al cavolo nero e un dolce a base di fagioli zolfini, precedentemente cotti da una coltivatrice diretta del territorio, la signora Mariagiovanna) e con le 5 vincitrici di un contest su facebook, che prevedeva la sfida a colpi di like sulla preparazione di una ricetta antispreco. A catturare l’attenzione del pubblico online, attraverso i canali social di Autumnia, ci hanno pensato anche altre attività ludiche ma soprattutto il video in stop motion di Mirco Farnetani e Valentina Veneziano (del blog valinapostit.it e autori anche del manifesto di Autumnia), e spot di Blanket, che ha realizzato anche i video riassunti di ogni giornata della manifestazione e che stanno lavorando al montaggio di un’ulteriore long version.

Offline, invece, a catturare l’attenzione del pubblico (oltre agli stand espositivi) sono state le aree Zootecnica, Ambiente, Protezione civile, il Mercato contadino e l’area dedicata alla Civiltà contadina, dove erano presenti stand animati da attività per grandi e piccini (area ambiente: 20 tra enti, associazioni e scuole;area zootecnica: 22 allevatori con i loro animali e 3 associazioni;
mercato contadino: 17 aziende agricole;civilta’ contadina: associazione Casa della Civiltà contadina e 12 espositori; area protezione civile: 3 associazioni).

“In centro a Figline quest’anno si respirava un particolare clima di festa, che ci ha fatto davvero percepire quanto cittadini e i migliaia di visitatori venuti da ogni dove siano affezionati alla manifestazione – hanno commentato la sindaca Mugnai e gli assessori Cardi e Tilli –. Il fatto che il tema di questa 20° edizione sia stata la lotta allo spreco alimentare rappresenta sicuramente un valore aggiunto, perché eventi a così alta partecipazione possono essere un valido strumento per sensibilizzare a temi di così stringente attualità”.

“Inoltre – continuano gli Amministratori – dal momento che Autumnia nasce come manifestazione dedicata all’Ambiente, abbiamo mantenuto la tradizione di far coincidere la Festa dell’Albero con il primo giorno di eventi, che si è svolta insieme all’inaugurazione del Sentiero dell’amicizia. Ringraziamo quindi tutti coloro che hanno lavorato per garantire il successo di Autumnia 2018: senza ogni singola persona non sarebbe possibile garantire una festa così ben riuscita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *