Cavriglia: bilancio positivo per la “Festa del Nonno” 2018

Una figura di conforto, non solo nell’accudimento e nella cura dei nipotini, e una risorsa da un punto vista pratico ed emotivo. Cosa sarebbe la nostra società senza i nonni? A loro, come ogni anno, l’Amministrazione Comunale di Cavriglia  ha dedicato la “Festa del Nonno”, classico appuntamento promosso al Boschetto.

“A Cavriglia abbiamo da sempre messo al centro della nostra azione governativa – ha affermato il Sindaco Leonardo Degl’Innocenti o Sanni – la promozione del benessere delle persone e della coesione sociale. Affinché ciò diventi realtà stiamo portando avanti una serie di iniziative per accompagnare e sostenere le persone nel loro percorso di vita e nello sviluppo dei loro progetti personali. Tutto questo tenendo ben presente la necessità di rispondere ai nuovi bisogni generati dalle trasformazioni demografiche sociali di cui è stata oggetto anche la nostra comunità, quali l’allungamento della vita media e le profonde mutazioni delle strutture familiari. In questo mutato tessuto sociale, a Cavriglia come altrove, i nonni rivestono un ruolo sempre più importante ed è stato piacevole trascorrere questa giornata insieme a loro”.

Sempre nell’ambito della “Festa del Nonno”, nella palestra del plesso della scuola media di Cavriglia, venerdì 9 novembre i “nostri” giovani hanno assistito a “Senza Confini”, lo spettacolo di danze e canti a cura degli studenti della 3A Turismo dell’ISIS Valdarno di San Giovanni. Dopo lo spettacolo c’è stata anche la presentazione del progetto AMI.
L’incontro era rivolto solo alle classi dell’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” coinvolte nel progetto, con la partecipazione di RSA Belvedere, del Centro Sociale “Filo D’Argento” e dell’Auser di Cavriglia. Una mattinata di riflessione e crescita su temi fondamentali come il Sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *