Centro sulla cybersecurity pronto a partire: Toscana prima in Italia

Il centro toscano sulla cybersecurity, che dovrà difendere pubblica amministrazione e pmi dagli attacchi informatici, scandagliando la rete e sensibilizzandone i fruitori, è pronto a partire.

Unico al momento in Italia. Il taglio del nastro sarà il 13 ottobre all’Internet Festival di Pisa e proprio a Pisa la struttura avrà la sua sede, all’interno dell’ateneo e del Cnr, con l’apertura di un secondo presidio successivamente a Firenze, all’Osmannoro, dove si trova il cloud della Regione con i dati e gli applicativi degli enti locali.

L’idea ha trovato le prime gambe in un protocollo firmato a febbraio 2018, siglato da Regione, che ne è stata la promotrice, Università di Firenze, Pisa e Siena, Cnr e Imt di Lucca. Dopo otto mesi è realtà. I finanziamenti arriveranno dalla Regione (circa 500 mila euro l’anno per la fase di avvio), dai progetti di ricerca che fanno affidamento sui fondi europei e dai servizi di consulenza offerti a pubbliche amministrazioni e piccole e medie imprese.

Sarà allestito anche un sito (già è stato acquistato il dominio c37.it) dove saranno sistematicamente riportate informazioni aggiornate su attacchi, nuovi strumenti di difesa oppure elenchi di aziende toscane che offrono servizi legati alla cybersecurity.

Secondo un rapporto di Bankitalia almeno il 45 per cento delle aziende italiane è stato colpito da un attacco informatico, ma le risorse investite per proteggersi sono ancora poche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *