Comunicazione del Sindaco Chiassai in Consiglio Comunale del 26 ottobre “Abbassiamo tutti i toni e torniamo ad un dialogo costruttivo”

“Voglio intervenire, oggi, nella sede del consiglio comunale dove solitamente affrontiamo le questioni che riguardano il governo di Montevarchi, per chiedere a tutti i consiglieri di maggioranza e di opposizione, a me stessa e alla giunta, di fermarci un attimo a riflettere.

In questi mesi, purtroppo, ho riscontrato sia nella mia veste di sindaco, ma anche da semplice cittadina, dei toni nell’esercizio della politica che non fanno bene a nessuno, né ai nostri cittadini, sempre più stufi probabilmente del clima che si è formato di perenne scontro polemico, né tantomeno alla città.

Un appello che lancio in prima persona, in quanto ritengo che questa cattiva pratica sia uno dei motivi maggiori per il quale la gente si disaffeziona proprio alla politica, intesa come servizio.

La nostra comunità sta affrontando un momento in cui è necessario che tutti si rimbocchino le maniche, e pur mantenendo posizioni politiche e visioni diverse, troviamo il modo di collaborare nel trovare soluzioni per le tante urgenze che la città richiede costantemente e quotidianamente.

L’obiettivo di questa amministrazione comunale, con tutto l’impegno possibile, è quello di migliorare la qualità della vita dei cittadini e di rivitalizzare la nostra Montevarchi, dopo un periodo di profonda sofferenza e di profonde divisioni.

Per questo, ritengo che la giunta e tutti i consiglieri, sia di maggioranza che di opposizione, abbiano gli strumenti, la preparazione e la coscienza per ritornare prontamente a una dialettica costruttiva, tra le parti, basata sul rispetto delle istituzioni, della città, del ruolo che ognuno di noi è chiamato a svolgere in questo contesto come rappresentante diretto dei cittadini.

Pur mantenendo idee diverse di progettualità e di programmazione della città stessa, ciò non vuol dire che non si riesca a parlare e a porsi in maniera diversa, senz’altro più rispettosa nei confronti delle Istituzioni.

Dobbiamo cominciare tutti a abbassare i toni del confronto politico che deve restare il sale della democrazia e della partecipazione, ma improntato al rispetto delle persone.

Intendo quindi richiamare la necessità che si passi dai toni polemici e propagandistici, tipici di una campagna elettorale che ormai si è già chiusa, per ritornare invece a un approccio e a un dialogo che determini in maniera fattiva l’unico obiettivo che interessa a tutti quanti: il bene della città.

Detto ciò, invito la giunta e i tutti i consiglieri a iniziare, proprio da questo consiglio comunale, a riprendere insieme un cammino costruttivo, pur nella distinzione dei ruoli assegnati senza perdere di vista il mandato ricevuto dai cittadini, ossia quello di agire per la collettività.

Si mettano da parte gli attacchi personali, i personalismi che da sempre hanno fatto male alla politica, le polemiche sollevate da ambo le parti, che danneggiano il nostro impegno e la passione che mettiamo nel sedere in questa sala consiliare.

Sono speranzosa e fiduciosa che questo invito sarà accolto dai presenti, e mi auguro che questo mio passo, anche simbolico, possa incontrare la vostra condivisione che mira anche a cucire rapporti basati sulla buona pratica politica e sul futuro di Montevarchi.

Oggi la città non ha più bisogno della campagna elettorale, ha bisogno di essere responsabilmente governata.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *