Confindustria Toscana Sud: i giovani del Valdarno incontrano le imprese in occasione della 9^edizione del PMI Day

Tutti in azienda domani, venerdì 16 novembre, per la nona edizione del PMI Day: in tutta Italia saranno oltre 40.000 i partecipanti alle visite organizzate nelle oltre 1.000 imprese aderenti all’iniziativa che Piccola Industria promuove in collaborazione con le Associazioni del Sistema Confindustria, tra cui Confindustria Toscana Sud.

La Delegazione di Arezzo organizza in Valdarno degli incontri tra oltre 100 studenti e insegnanti dell’Istituto Comprensivo “Marconi” di S. Giovanni Valdarno e le aziende IT.TE.DI. S.r.l., T.&T. Sistemi Srl, Zucchetti Centro Sistemi Spa e Power-One Italy S.p.A.

“Con questa iniziativa” afferma il Presidente del Comitato Valdarno di Confindustria Toscana Sud Egisto Nannini “intendiamo strutturare un percorso di collaborazione con le scuole, che riteniamo strategico per il futuro delle nostre imprese. Il Pmi Day sarà l’occasione per aprire le aziende ai giovani e alle comunità locali e far conoscere la realtà delle imprese, la nostra passione ed il nostro impegno quotidiano a favore dello sviluppo del territorio. Basti pensare che, da una recente indagine di Confindustria, solo 7 studenti delle superiori su 10 sanno che l’Italia è il 2° Paese manifatturiero d’Europa, e che solo il 24% (vale a dire, meno di uno su quattro) si iscrive, dopo la maturità, a facoltà scientifiche, nonostante si stimi che nei prossimi 10 anni il settore manifatturiero rappresenterà l’85% dell’occupazione. Iniziative di questo tipo sono importanti per far conoscere le opportunità che il territorio offre” conclude Nannini “in Valdarno sono presenti aziende tecnologicamente avanzate che lavorano in tutto il mondo per lo più sconosciute ai giovani, alle loro famiglie e alle scuole.”

“Il mondo della scuola” ha sottolineato il dirigente scolastico Lorenzo Pierazzi “deve guardare con rinnovata attenzione alle aziende della vallata. Iniziative come questa rappresentano una straordinaria occasione per avvicinare i nostri ragazzi al mondo del lavoro e alle eccellenze presenti sul territorio, che per assurdo hanno difficoltà a completare i propri quadri aziendali a causa di una scarsa reperibilità di tecnici specializzati. Non dimentichiamoci, inoltre, che istituti scolastici di altre regioni, proprio per completare la loro missione orientativa, talvolta incentrano i loro viaggi di istruzione proprio con la finalità di vistare quanto noi abbiamo a portata di mano.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *