Conosciamo la Foresta Modello delle Montagne Fiorentine

La Rete Internazionale delle Foreste Modello è un’associazione volontaria di partner di tutto il mondo che lavora per la diffusione della gestione e l’uso sostenibile delle foreste e dei paesaggi forestali.
L’idea di Foresta Modello proviene dal Canada e si fonda sul principio di un ampio partenariato, che lavora sulla sostenibilità della foresta, ed è via preferenziale e strategica per l’incremento, attraverso l’innovazione e la governance, della qualità della vita nelle aree rurali.
Si tratta quindi di territori forestali amministrati secondo i principi della gestione forestale sostenibile, dove tutti i possibili conflitti tra i diversi soggetti, che interagiscono fra loro, sono risolti, preferibilmente e preliminarmente, con incontri a partecipazione volontaria. In questo senso si realizzano scelte gestionali il più possibile trasparenti, condivise e rappresentative di tutti gli interessi in gioco, specie di quelli sociali e di utilità pubblica, che esaltano il ruolo multifunzionale delle foreste stesse.
La Foresta Modello è un percorso permanente a partecipazione volontaria di Soggetti ed Organismi che adottano scelte comuni per un territorio forestale definito, condividendo le varie esperienze e confrontando le diverse esigenze.
Questo processo permanente ha per fine la sostenibilità della gestione forestale, mira a superare i limiti e a cogliere le opportunità, si ispira a criteri di chiarezza dei ruoli dei Soggetti e sussidiarietà delle competenze, ha infine ricadute di esemplarità.
La Foresta Modello è uno standard internazionale di origine canadese. La designazione di Foresta Modello è quindi soggetta ad un percorso di accreditamento.

La Foresta Modello delle Montagne Fiorentine è localizzata in Toscana, nella parte orientale della provincia di Firenze al confine con la provincia di Arezzo. Si estende per 548 kmq, con una popolazione di 64.000 abitanti.
L’Associazione Foresta Modello delle Montagne Fiorentine ha carattere volontario e non ha scopo di lucro e vuole contribuire a migliorare l’integrazione e la sostenibilità della gestione dei boschi e del territorio, incrementando la coesione e la consapevolezza di insieme di tutte le componenti socio-economiche che direttamente o indirettamente afferiscono al territorio stesso. L’associazione si propone come un nuovo strumento di governance del territorio forestale, agricolo e rurale ed opererà negli ambiti delle filiere produttive, della distribuzione commerciale, del mercato, dell’ambiente, del turismo, della cultura, degli aspetti ricreativi e della condivisione del know – how.

Nella Rete Mediterranea delle Foreste Modello vengono studiate le particolaritá del bacino mediterraneo. Si definiscono obiettivi comuni e si promuove una dinamica di lavoro basata su modelli di collaborazione fra i membri della Rete. Promuoviamo lo scambio di conoscenze, la cooperazione in aree di interesse comune e lo sviluppo di capacitá collettive per innovare.
La Rete e le sue Foreste Modello cooperano per lo sviluppo di programmi di attivitá comuni. Sono in costante comunicazione per prevenire conflitti ambientali ed asprirano ad incrementare le opportunitá di sviluppo sostenibile per il pianeta, nel rispetto e nell’ambito degli accordi ed impegni internazionali.

Articolo di Benedetta Marziali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *