Figline, al via al percorso di formazione “Destinazione Lavoro”: si cercano 25 futuri metalmeccanici

È stato presentato oggi, all’Isis Vasari di Figline, il percorso di formazione intitolato “Destinazione Lavoro”,che unisce istituzioni e aziende del territorio per permettere l’incontro tra domanda e offerta di lavoro nel settore metalmeccanico. L’obiettivo, infatti, è quello di formare figure realmente richieste sul mercato del lavoro (fresatori, tornitori, addetti alle macchine a controllo numerico, addetti carpenteria e saldatura) fornendo loro serie prospettive occupazionali.

All’incontro di oggi – durante il quale sono stati illustrati il dettaglio del progetto e del relativo bando, che aprirà domani – sono intervenuti la sindaca Giulia Mugnai, il dirigente scolastico Alessandro Papini, la consigliera regionale Valentina Vadi, il responsabile segreteria dell’assessore regionale Cristina Grieco, Luca Lischi, il direttore di Irpet Stefano Casini Benvenuti e il gruppo di lavoro che ha sviluppato il progetto, composto dall’assessore Sauro Testile professoresse dell’Isis Vasari Simona Nocentini e Serenella Maraniil dott. Paolo Pagani in rappresentanza delle aziende del territorio(Becattini Nadia, Bernacchioni Giovanni, Ciesse, CMV, Metaline, Metalmeccanica Faellese, O.C.M. Rigacci, Odori,  Pecchioli Research, Quick Check, Solid World, Tesserini).

Il progetto si rivolge a giovani residenti nel Valdarno e nella Valdisieve, di età compresa tra i 18 e i 26 anni (preferibilmente periti meccanici, elettronici, elettrotecnici o geometri). Per essere ammessi è sufficiente il diploma di scuola secondaria superiore. Saranno inoltre accettate iscrizioni in caso di frequenza (negli anni precedenti) almeno del 4° anno di scuola secondaria superiore.

Sarà inoltre riservato un numero limitato di posti (massimo di 5) a persone provenienti da aziende del territorio in difficoltà. In questo caso i requisiti sono: esser disoccupati o inoccupati, avere massimo 35 anni e almeno 5 anni di esperienza (anche non continuativi) in aziende metalmeccaniche o affini alle professionalità sviluppate dal corso.
In tutto saranno selezionate 25 persone, mediate un colloquio attitudinale condotto da un’apposita commissione.

Il corso – che durerà in tutto 600 ore, tra teoria, pratica e stage, nei mesi compresi tra dicembre 2018 a giugno 2019 – ha un costo di 200 euro ma la cifra sarà inizialmente coperta dal Comune di Figline e Incisa Valdarno con la formula del prestito d’onore. L’iscritto avrà l’obbligo di restituire la cifra solo se: non completerà il corso o se non avrà effettuato almeno l’80% della sua durata; sarà assunto presso una delle aziende aderenti al progetto.

Le domande di iscrizione- scaricabili online da www.comunefiv.it/destinazionelavoro oppure ritirabili presso gli Sportelli FacileFIV del Comune e i Centri per l’impiego di Figline, Montevarchi e Pontassieve – vanno presentate entro il 18 novembre presso gli Sportelli FacileFIV del Comune.Questi gli orari di apertura: sede di Figline (piazza IV Novembre 3) dal lunedì al venerdì dalle 8,45 alle 13,30, il martedì anche dalle 15,30 alle 18,30 e il giovedì anche dalle 15,30 alle 19,30; sede di Incisa (piazza del Municipio 5) dal lunedì al venerdì dalle 8,45 alle 13,30, il martedì e il giovedì anche dalle 15,30 alle 18,30.

“Come Amministrazione ci siamo sempre interrogati su quale fossero le reali possibilità per un Comune di favorire l’occupazione dei nostri cittadini, specie quelli più giovani, in un territorio ricco di siti produttivi come il nostro. Abbiamo quindi dialogato con le imprese – spiega la sindaca Mugnai – cercando di fare incontrare due esigenze coincidenti emerse, cioè avere a disposizione personale adeguatamente formato e pronto a collocarsi sul mercato del lavoro territoriale, dove sono effettivamente ricercati i profili oggetto del bando. Per mettere in piedi questo progetto, sin dalla sua ideazione, abbiamo intessuto relazioni e fatto rete con le istituzioni e con le imprese stesse, oltre ad esserci impegnati dal punto di vista economico. A questo proposito, ci teniamo a sottolineare che il nostro impegno è un po’ una scommessa su questi futuri lavoratori, che intraprenderanno questo viaggio formativo. Per questo abbiamo optato per la formula del prestito d’onore di 200 euro, che consentiranno a ciascuno dei 25 iscritti di frequentare il corso e che, nel caso in cui vengano effettivamente assunti o che non rispettino l’impegno della frequenza, avranno l’obbligo di restituire. La cifra restituita ci permetterà poi di dare ad altri giovani l’opportunità di partecipare al prossimo corso”.

Per consultare il bando integrale vai su www.comunefiv.it/destinazionelavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *