Figline e Incisa V.no: aggiornamento sulle grandi opere e sulle manutenzioni

E’ stato presentato ieri sera ai cittadini, nel corso di un’assemblea pubblica al centro sociale “Il Giardino”, l’aggiornamento sui principali lavori in corso e in partenza a Figline e Incisa.

La novità principale riguarda la variantina alla SR69, per la quale la prossima settimana la giunta approverà i progetti che permetteranno di iniziare la procedura di gara per l’affidamento dei lavori. Intanto il Comune ha incassato dalla Regione altri 300mila euro per concludere il 3° lotto (costo complessivo: 2,5 milioni di euro), con la previsione di dare il via alle operazioni nel novembre 2018. Nel frattempo saranno predisposte tutte le attività propedeutiche come la verifica antibellica sull’area interessata.

Novità importanti anche sul Centro Polifunzionale Lambruschini, che ospiterà uffici comunali, biblioteca e Antica Spezieria. Dopo le procedure d’obbligo per lo scorrimento della graduatoria di gara, è stata finalmente individuata la ditta che eseguirà i 4,3 milioni di euro di lavori per il completamento delle pareti lapidee esterne, per interventi strutturali di ripristino e completamento delle opere, per la posa di tutti gli infissi, per interventi di sistemazione esterna (Giardini Morelli), per la revisione e il completamento degli impianti elettrici e meccanici, nonché per il completamento di tutte le opere architettoniche interne. In attesa di compiere le procedure di verifica sulla ditta, nelle prossime settimane il Comune eseguirà una serie di lavori per riqualificare l’area, come la predisposizione di una recinzione in acciaio corten lungo il perimetro del cantiere, una bonifica ambientale, l’installazione di videosorveglianza (su tutti i Giardini Morelli) e l’implementazione dell’illuminazione.

E nelle ultime settimane sono arrivate anche notizie sul nuovo ponte sull’Arno. La sindaca Mugnai il 9 maggio ha partecipato alla Conferenza dei servizi insieme a Società Autostrade presso il Ministero delle Infrastrutture. La richiesta del Comune è stata semplice e diretta: inserire l’infrastruttura come opera fondamentale per il miglioramento della mobilità locale e dell’accessibilità all’autostrada, proprio nell’ambito dei lavori per la realizzazione della terza corsia nel tratto Incisa Reggello-Valdarno. La richiesta è stata formalizzata e ora il Comune attende che la Conferenza venga riaggiornata.

Un intervento prossimo alla partenza riguarda invece via Olimpia, dove gli operai dovrebbero iniziare i lavori già entro la fine del mese. Con una spesa di 970mila euro sarà realizzato un parco che si svilupperà verso il campo sportivo e sarà dotato di giochi, arredi e area cani. A dividere il parco dal campo ci sarà via La Pira (la cui sede stradale sarà spostata, mantenendo lo stesso senso di marcia), mentre l’attuale parcheggio sarà ampliato a circa 120 posti auto. Il campo da calcio – che sarà il primo intervento a partire già nelle prossime settimane, per una durata di circa 3 mesi – sarà ridimensionato a 100×50 metri in erba sintetica permettendo di disputare gare ufficiali fino alla Prima categoria, ma soprattutto di ospitare tutte le attività del settore giovanile.

Anche per la sicurezza idraulica ci sono novità significative. Presto riprenderanno i lavori per concludere il primo stralcio sul torrente Ponterosso (450mila euro), ma i tecnici sono già in fase avanzata per la progettazione preliminare del secondo stralcio e la firma dell’accordo di programma con la Regione Toscana: in questo caso il progetto riguarderà il tratto compreso tra il cantiere comunale e il ponte Stecco, per un investimento di 2.266.000 euro; il terzo stralcio, invece, consisterà nel collegamento tra il torrente Ponterosso e il borro delle Granchie, per il quale sono stati stanziati 1.125.000 euro.

Tra i lavori in partenza nei prossimi giorni, inoltre, ci sono quelli per la riqualificazione di viale Galilei a Figline. Gli obiettivi del progetto sono l’abbattimento delle barriere architettoniche, la messa in sicurezza stradale, la sostituzione delle alberature pericolose e il miglioramento del decoro urbano. L’opera, del valore di 160mila euro, consiste nell’abbattimento delle alberature ancora presenti in alcuni tratti della strada (risalenti agli anni ’70 e poco adatte al contesto urbano) e nella rimozione di ceppaie di piante già eliminate, che creano intralcio per il transito dei pedoni. Si tratta di alberi che, nel corso del tempo, hanno provocato danneggiamenti al manto stradale e ai marciapiedi, oltre ad essere potenzialmente pericolosi e a rischio caduta in presenza di condizioni meteo avverse. Al loro posto, in autunno, saranno ripiantate 135 nuove alberature e si provvederà alla realizzazione di tre nuovi attraversamenti pedonali, al rifacimento dei marciapiedi e all’abbattimento delle barriere architettoniche, nell’ottica di migliorare la fruibilità dell’area da parte dei pedoni, con particolare attenzione ai disabili.

Un altro intervento fortemente richiesto dai cittadini riguarda la passerella sul torrente Cesto. Il Comune ha ottenuto un finanziamento dalla Regione Toscana per coprire l’80% dell’opera, del valore complessivo di 485mila euro. In attesa che venga ultimata la progettazione, l’Amministrazione sta però sollecitando il Consorzio di Bonifica affinché realizzi il guado del torrente con un intervento di circa 10mila euro, che possa permettere di attraversare il corso d’acqua in modo provvisorio ma in sicurezza.

E la progettazione interessa anche le scuole, perché in questi mesi il Comune sta lavorando al programma degli interventi antisismici in alcuni plessi. Dopo il restyling completo della Scuola Petrarca (482mila euro), adesso le attenzioni dell’Amministrazione si stanno concentrando sulla progettazione esecutiva della “Da Vinci” e su ulteriori studi della “Del Puglia”, delle “Cavicchi” (sia Infanzia che Primaria) e del Matassino (Primaria), in modo da poter partecipare al Piano di finanziamenti statali sull’antisismica 2018-2020. A questi importanti interventi, si affiancherà una serie di manutenzioni che nel corso dell’estate interesseranno tutti i plessi della città.

Restando in tema di manutenzioni, l’Amministrazione ha stanziato molte risorse anche per strade e marciapiedi (rispettivamente 290mila e 150mila euro). Dal 2014 ad oggi il Comune ha investito in questo settore 1,3 milioni di euro, raccogliendo le tante sollecitazioni arrivate dai cittadini. In questa ulteriore tranche, saranno spesi 200mila euro per le seguenti strade bitumate: via Nannicione (La Massa), via Borratino Vallerempoli, via Mattei, via Amendola-Figline, via Pratomagno, Pian delle Macchie, via Norcenni, Poggiolino, località L’Entrata, San Michele, San Martino Altoreggi.

Altri 50mila euro saranno spese per il rifacimento delle strade del centro storico di Figline e 40mila euro per le strade bianche.

Riguardo ai marciapiedi, infine, si interverrà sul tratto adiacente all’area Sacci (Incisa), via Nazionale, Ponterosso, Poggiolino, via Amendola-Figline, via Petrarca-Figline, via Petrarca-Incisa, zona Barberino Incisa, area antistante circolo Cesto, via Petrarca-Incisa, via Fratelli Cervi-Figline.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *