Figline, piano comunale risanamento acustico: va avanti iter per approvazione

Dopo l’approvazione del Nuovo Piano Comunale di Classificazione acustica, avvenuta in Consiglio Comunale il 3 novembre 2016, il Comune di Figline e Incisa Valdarno ha avviato l’iter procedurale che consentirà di dotarsi anche del Piano Comunale di Risanamento Acustico (in sigla PCRA).


DI COSA SI TRATTA?

Strumento, reso obbligatorio dalla normativa comunitaria, nazionale e regionale, che analizza le criticità acustiche emerse nel Piano Comunale di Classificazione Acustica e che si pone l’obiettivo di sanarle. Il tutto attraverso una serie di azioni che, per infrastrutture di proprietà o di competenza comunale, riguardano l’utilizzo di pavimentazioni a bassa rumorosità, la realizzazione di barriere antirumore, la sostituzione degli infissi e l’utilizzo di ricettori sensibili.

Per le criticità generate da infrastrutture di enti sovracomunali o di soggetti privati , invece, nel Piano Comunale di Risanamento Acustico si prende atto dei Piani di Contenimento del Rumore definiti dai singoli gestori e, nelle fasi di progettazione e realizzazione degli interventi, si definiscono le  eventuali attività del Comune.

Questi interventi non interesseranno tutta la cittadinanza, ma solo i residenti delle aree da risanare e non avrà comunque effetti sulla natura urbanistica delle aree interessate.


A breve, su http://comunefiv.it/garante-dell-informazione-e-della-partecipazione sarà disponibile il Documento preliminare redatto per la Verifica di Assoggettabilità Ambientale del Piano Comunale del Risanamento Acustico, che contiene una sintesi delle sue principali caratteristiche e del suo impatto, dal punto di vista ambientale.

Per ulteriori informazioni, l’Assessore all’Ambiente, Lorenzo Tilli, il responsabile dell’ufficio Ambiente, Lorenzo Venturi, e l’ing. Francesco Borchi (direttore tecnico dello studio Vi en.ro.se, che ha redatto il PCRA) saranno a disposizione dei cittadini venerdì 11 dalle 9 alle 11, presso il municipio di Incisa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *