Il film “Saranno famosi?” arriva anche a Figline

Arriva anche a Figline, con il patrocinio del Comune di Figline e Incisa Valdarno, il film “Saranno Famosi?”, pronto per essere proiettato al Cinema Nuovo di Figline mercoledì 16 maggio alle 21,30.

Dopo quattro mesi di presentazioni cinematografiche nella provincia di Firenze, con un successo di pubblico costante, il cast si sposta nel Valdarno per proporre quello che è stato dichiarato il film dell’anno della Valdisieve, “Saranno Famosi?” di Alessandro Sarti (prodotto dalla scuola 51% Danza).  

Si tratta di una pellicola che riprende alcuni dei temi centrali del nostro tempo, affrontati con il classico umorismo toscano. Non a caso il suo sottotitolo è: “Nella vita ci salvano due cose: amare e ridere”. Ad esser raccontate sono le vicende di una scuola di ballo, tra sfide e conflitti generazionali, con una riflessione attenta sui tempi che stiamo vivendo. Protagonisti alcuni attori professionisti, primo fra tutti Sergio Forconi nelle vesti di un grande ballerino, attorniato da ben 550 comparse (dai 6 agli 80 anni) quasi tutte provenienti dalla Valdisieve, dove sono state girate il 70% delle scene. I restanti ciak sono, invece, stati catturati su Ponte Vecchio e a piazzale Michelangelo, a Firenze, per poi spostarsi a Pontassieve, Rufina, Pelago, Reggello, Rignano sull’Arno e a San Vincenzo (LI).

Tra le partecipazioni illustri segnaliamo la cantante Dolcenera, Regina Schrecker e Aleandro Baldi, ma anche i sindaci di Pelago e di Rufina, rispettivamente Renzo Zucchini e Mauro Pinzani, il vice sindaco di Rufina, Vito Maida, e l’on. Lorenzo Becattini, Paolo Penko, e Luciano e Ricciardo Artusi.Compare nella pellicola anche Giampaolo Talani, recentemente scomparso, in una scena girata al Bagno Venere e sotto la maestosa statua del Marinaio al Porto nuovo di San Vincenzo.

 

Il film non ha beneficiato di nessun finanziamento pubblico, ma è stato realizzato grazie a contributi e sponsorizzazioni private, con il patrocinio del Consiglio Regionale della Toscana, del Quartiere 1 di Firenze, dei Comuni di Firenze, Figline e Incisa Valdarno, Pontassieve, Pelago, Rufina, Reggello, San Vincenzo  e con  la collaborazione di Toscana Film Commission.

L’ingresso è libero (ma è gradita un’offerta da devolvere in beneficenza). Il ricavato della serata sarà devoluto alla Fondazione Tommasino Bacciotti  Onlus fondata nel 2000 da Paolo Bacciotti e dalla moglie Barbara, dopo la scomparsa (a causa di un raro tumore celebrale) del figlio. Da allora la Fondazione porta avanti vari progetti, tra cui quello delle Case Accoglienza, dove le famiglie dei degenti dell’ospedale pediatrico Meyer vengono ospitati a titolo gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *