Governance ambientale e città sostenibili, il punto a Roma

La Conferenza mira a sottolineare l’importanza di una governance ambientale globale per una nuova economia non più fondata sulla produzione e consumo di energie di origine fossile ma un modello che dia priorità alla conservazione e protezione della natura, nostra alleata nella lotta per la stabilizzazione del clima, e che inverta la tendenza disumanizzante delle città e megalopoli, nel segno della sostenibilità. Nel mondo globalizzato le città rappresentano aree particolarmente sensibili, ove smisurato è stato lo sviluppo fisico negli ultimi decenni. Ai tradizionali cronici problemi dei trasporti, dell’inquinamento atmosferico, visivo ed acustico, si aggiungono quelli connessi ai servizi (accesso all’acqua, all’energia, a spazi verdi sufficienti, ai valori culturali, etc.). La governace delle città nel segno della sostenibilità è profondamente legata a quella del territorio a tutti i livelli, compreso quello internazionale (la sostenibilità dell’ecosistema complessivo). Per rispondere alle sfide presenti è urgente discutere delle città in un contesto più generale, ma egualmente concreto: la governance ambientale globale nei suoi vari aspetti, che risulta sempre più attuale in quanto l’esigenza di nuove regole della finanza e dell’economia, realmente efficaci in sintonia con organi internazionali nuovi di tipo esecutivo e giudiziario, nel rispetto dei principi di partecipazione, si fa sempre più pressante. Tra i temi che si discuteranno alla Conferenza, la riforma del modello delle Nazioni Unite unitamente alla riforma del modello finanziario, economico e commerciale; la creazione di una Corte Internazionale dell’Ambiente e la trasformazione dell’UNEP in un’Agenzia permanente. Infine, un focus sul percorso di Roma Capitale verso la sostenibilità ambientale ed energetica. 

Notizia tratta dal sito www.greenreport.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *