“Kimap”: il navigatore per disabili che impara dagli utenti e aggiorna i percorsi accessibili

Kimap è il primo navigatore destinato ai soggetti con disabilità motoria sviluppato in Europa e liberamente scaricabile dagli store Android e iOS.

Il navigatore, frutto di ricerca e sviluppo made in Italy, è dotato di un’intelligenza artificiale in grado di imparare dagli utenti ed aggiornare i dati sull’accessibilità dei percorsi avvalendosi di algoritmi appositamente sviluppati e brevettati. Il navigatore aggiorna i propri percorsi in modo automatico sulla base dei dati e delle rilevazioni che gli stessi utenti rilasciano percorrendo strade e marciapiedi e segnalando la presenza di nuovi ostacoli lungo i percorsi.

La cooperativa sociale Koinè ha deciso di sostenere questo progetto attraverso le strutture e i servizi che gestisce in provincia di Arezzo. Gli ospiti saranno protagonisti di un “lavoro” di mappatura dell’accessibilità delle proprie città e dei propri territori che svolgeranno durante le uscite che caratterizzano le attività dei servizi gestiti da Koinè.

La mappatura dei percorsi, che genererà nuovi dati di navigazione, è realizzabile tramite il mappatore Kimap Pro che rileva in modo automatico la qualità del terreno percorso da un disabile in sedia a rotelle. Per poter mappare è sufficiente uno smartphone e, una volta avviata la mappatura, sarà possibile georeferenziare ostacoli ed impedimenti alla mobilità ed al tempo stesso segnalare punti di interesse utili per la costruzione di itinerari turistici. Con Kimap Pro la mappatura è un’attività semplice e in gran parte automatica che necessita soltanto di uno smartphone, fissato sulla sedia a rotelle per registrare correttamente lo stato delle strade percorse.

Kimap è stato presentato in settimana in piazza Grande da Armando Dei e Francesco Acciai di Kinoa, la startup innovativa fondata nel 2016 a Firenze e che ha brevettato la tecnologia dietro al navigatore. Con loro Grazia Faltoni, Presidente di Koinè, la cooperativa sociale che sta sostenendo lo sviluppo di questo strumento attraverso le sue strutture e i suoi servizi dedicati ai disabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *