La Festa al Pestello taglia il traguardo dei 60 anni: una quattro giorni all’insegna di spettacoli

La più antica e conosciuta festa rionale montevarchina si svolge anche quest’anno nell’ampia area del complesso parrocchiale di via Scrivia, offrendo quattro giorni di appuntamenti, dal 17 al 20 maggio, con un programma come al solito fatto di spettacoli, appuntamenti tradizionali dedicati ai pestellesi e non solo, sport e tanto spazio all’enogastronomia locale.

Per gli spettacoli, tre serate, tutte ad ingresso libero, come tradizione della Festa.

Al venerdì, spazio quest’anno agli amanti dei cartoni animati di tutte l’età con il gruppo ‘Capsule Coop. Cartoon Cover Band’.

Al sabato sera il frizzante cabaret del duo romano ‘Pablo e Pedro’, noto per la partecipazione a trasmissioni televisive come ‘Zelig’ e ‘Colorado Cafè’, e la musica più attuale con la ‘Jovaband’, apprezzata cover band di Jovanotti.

Alla domenica, piano-bar con Claudio e Barbara.

Tutte le serate in caso di maltempo si svolgeranno nel Salone parrocchiale.
In occasione del 60esimo anniversario della Festa, durante la Tombola della domenica, cerimonia di premiazione degli ex Presidenti del Comitato.

Per i più giovani, la ‘Festa dei Ragazzi!’ del venerdì con intrattenimento e giochi e il suggestivo Volo delle Lanterne del sessantesimo, alla domenica il pomeriggio di animazione gratuita per tutti de ‘Il Parco dei Bambini’ e lo spettacolo circense ‘Kawabanga’ e al sabato ad una divertente Caccia al tesoro con merenda finale per tutti.

E per lo sport torna protagonista la mountain-bike con il raduno amatoriale ‘I Quattro Colli pestellesi’, il calcio giovanile con il ’32esimo Trofeo Don Luigi Savelli’ e la storica ‘Spuma al cedro Cup 2.0’, torneo di calcetto maschile e femminile.

Immancabile poi il tredicesimo ‘Mai dire Vesparaduno’.

Ed eccoci all’enogastronomia con la sesta edizione dell’ormai classica ‘Fagiolata pestellese’ del giovedì e i rinomati stand gastronomici con ristorante, pizza e il mitico arrosto girato alla pestellese, anche da asporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *