La Festa di Primavera di Gaville compie 30 anni

Sabato 12 e domenica 13 maggio torna la tradizionale Festa di Primavera di Gaville, che quest’anno compie 30 anni.

A organizzarla, come sempre, la Casa della Civiltà Contadina di Gaville (in collaborazione con il Circolo Arci, la Parrocchia di San Romolo, la partecipazione dell’associazione Le Muse, del Circolo Filatelico, del Museo Mine di Castelnuovo dei Sabbioni e del Calcit Valdarno Fiorentino e con il patrocinio del Comune di Figline e Incisa Valdarno) che hanno previsto attività per adulti e per bambini, compresa la possibilità di partecipare a laboratori didattici, di provare e assistere a dimostrazioni pratiche degli antichi mestieri, di vedere dal vivo una piccola fattoria degli animali e di acquistare prodotti locali.

Si parte sabato 12 maggio, dal cortile della Casa della Civiltà Contadina alle ore 18.15, quando si terrà l’incontro dal titolo “L’aratro e la lignite”, che si incentrerà sul territorio di Gaville e sulla presenza del miniera di Santa Barbara. L’incontro è patrocinato anche dal Comune di Cavriglia.

Alle 19.30, invece, cena su prenotazione a base di pizza. L’incasso sarà devoluto all’associazione Casa della Civiltà contadina di Gaville. Per prenotazioni e informazioni è possibile rivolgersi ai numeri 339.8817083 (Alimentari Bar Tabacchi Gaville) e 338.4442564 (Circolo Arci Gaville), scrivere a info@museogaville.it oppure visitare il sito www.museogaville.it .

Domenica 13 maggio è la giornata dedicata ai bambini, con tante attività che si svolgeranno attorno all’area della Pieve di Gaville e della Casa della Civiltà Contadina. Al mattino, a partire dalle 10, si potrà assistere al lavoro del fabbro, del tornitore, del cestaio e dei pittori, oltre che scoprire il mondo del miele, la miniera di Castelnuovo, la macinatura del grano, la produzione di pane e biscotti e gli animali della fattoria. Dopo la messa delle 11.30, ci si sposterà al Circolo Arci di Gaville, dove oltre al tradizionale pranzo tipico toscano è in programma l’intrattenimento musicale degli “Amici del Chianti” (per prenotazioni: 338.4442564).

Dalle 15, invece, spazio ai laboratori della produzione di formaggio, di salsicce e di altri insaccati. Inoltre, per l’intera giornata, resterà allestito un mercato di prodotti locali (artigianali e tipici) e sarà visitabile anche la Casa della Civiltà contadina, dove è da poco stato installato un nuovo impianto di illuminazione. Per l’occasione, inoltre, sarà riaperta anche la sala dei telai, dove se ne trova uno recentemente sottoposto a restauro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *