La “rivoluzione” della Giunta Chiassai: l’introduzione di agevolazioni fiscali riceve il plauso dalle associazioni di categoria

La Giunta Chiassai Martini ha messo a segno un altro punto del mandato con l’introduzione di importanti agevolazioni fiscali, soprattutto nel centro storico, che hanno incassato il plauso delle associazioni di categoria dopo il recente incontro avuto con i responsabili del Comitato delle Categorie Economiche del Valdarno :

“La rigenerazione urbana passa anche da misure economiche per favorire l’insediamento delle attività imprenditoriali nei centri storici del territorio – afferma il sindaco Chiassai Martini – Dopo l’ultimo consiglio comunale, si sono concretizzate rilevanti modifiche ai regolamenti vigenti sui tributi introducendo agevolazioni fiscali rivolte alle imprese e alle start-up. Una visione “storico-centrica” dello sviluppo economico che rappresenta una controtendenza rispetto ad un passato in cui a Montevarchi si privilegiavano investimenti commerciali in altre zone, ma con dolorose ripercussioni sopratutto sul cuore della città. In questo anno, in collaborazione con gli operatori economici, abbiamo concentrato l’organizzazione di eventi di un certo richiamo proprio in centro puntando al maggiore afflusso di turisti e visitatori. Seguendo la rotta del cambiamento, sono state introdotte nuove misure per le imprese:

 

-COSAP : riduzione del 90% sul canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche per le start-up o per le attività che già operano nei centri storici del territorio, e del 70% per le altre fuori dal centro, senza limiti temporali;

-TARI: riduzione dell’80% per le nuove imprese dei centri storici in particolari settori: artigianato, commercio al dettaglio, somministrazione di alimenti e bevande, forniture di servizi. Sui rifiuti speciali, modificata la norma che definisce specificatamente  le aree non soggette alla Tari,  rimuovendo una situazione di incertezza su cui le associazione di categoria avevano inviato l’Amministrazione comunale ad intervenire.

-IMU: riduzione dell’aliquota al minimo previsto per legge per le start-up, dal 7,6 al 4,6 per mille. E’ stato recepito un atto di indirizzo del consiglio comunale per estendere le agevolazioni anche alla giovani coppie e altre categoria economiche.

“Ci riteniamo molto soddisfatti per il compimento di un impegno preso con i cittadini – prosegue il Sindaco-  dimostrando, con i fatti, l’attenzione alla riqualificazione del tessuto urbano e alle imprese, considerate un motore importante per la rinascita della città. Ci siamo riservati anche l’opportunità di concedere, in occasione di particolari manifestazioni ritenute di interesse rilevante per la comunità locale, ulteriori esoneri dal pagamento Cosap. In futuro, verranno valutate ulteriori operazioni di riduzione, soprattutto lavorando ancora ad una razionalizzazione delle aliquote IMU” .

Anche Il Comitato delle Categorie Economiche del Valdarno, che aveva stimolato proprio su questi temi un incontro con l’Amministrazione Chiassai Martini: “Plaude agli interventi realizzati condividendo  sia la misura sulla Cosap, sia soprattutto l’inserimento nel regolamento della Tari del chiarimento, richiesto dalle Associazioni, sulla totale esclusione dall’assoggettamento all’imposta delle superfici delle imprese dove si producono rifiuti speciali. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *