Montanina, prende forma la nuova viabilità

Iniziati nei primi giorni del nuovo anno, stanno andando aventi a ritmo serrato i lavori per il consolidamento del movimento franoso della Montanina, intervento che la nostra comunità attende da 25 anni. Nell’ambito di un piano di sostegno agli enti locali per interventi atti a mitigare il rischio idraulico e idrogeologico, i lavori sono stati finanziati per 750mila euro dalla Regione Toscana.

Il cantiere si sta sviluppando in due fasi. Nei primi giorni le opere si sono concentrate lungo la strada che conduce a Località Masseto, anche questa interessata da un movimento franoso. Successivamente i lavori si sono concentrati sul movimento franoso di maggiore entità, quello della Montanina.

Favorito anche dal clima asciutto degli ultimi giorni adesso il cantiere è entrato davvero nel vivo e già si può intravedere quella che sarà la nuova viabilità. L’intervento vedrà la realizzazione, in entrambi i lati della carreggiata, di una palificata verticale costituita da piloni di cemento armato uniti tra loro da travi orizzontali sempre in cemento armato. Una sorta di viadotto interrato.
Più volte in passato – ha affermato il sindaco Leonardo Degl’Innocenti o Sanniavevamo illustrato all’ente regionale le criticità del movimento franoso all’origine dei vari cedimenti avvenuti lungo la strada comunale che collega Santa Barbara a Meleto Valdarno passando dalla frazione della Montanina. Per risolvere tali criticità serviva un intervento complesso e oneroso, divenuto possibile grazie al progetto presentato dall’Amministrazione Comunale di Cavriglia e finanziato dalla Regione Toscana”.

Per favorire l’avanzata del cantiere la strada è stata chiusa temporaneamente al traffico sia veicolare che pedonale. Ad eseguire i lavori è la ditta Menconi SRL con sede legale a Montepulciano, selezionata tramite di bando di evidenza pubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *