Odontoiatria sociale: cura dei denti a domicilio per anziani a Laterina Pergine Valdarno. Le parole di Simona Neri

In Valdarno si sta espandendo il progetto della Asl Toscana sud est destinato ai soggetti fragili. Il caso di Pergine

Dal mese di marzo il progetto dell’Odontoiatria sociale si espanderà in tutte le RSA del Valdarno e avrà un’appendice particolare a Pergine: lì, infatti, coinvolgerà i grandi anziani direttamente al loro domicilio.

L’Odontoiatria sociale è un progetto innovativo attuato dalla Asl Toscana sud est e coordinato da Alessandra Romagnoli. In questo caso trova una forte collaborazione nella Zona Distretto Valdarno, diretta da Evaristo Giglio.

“Nel pieno rispetto della delibera della Regione Toscana numero 426/2014, sta per partire il progetto per potenziare l’assistenza odontoiatrica nei soggetti fragili – spiega Romagnoli – Dopo aver affrontato la prevenzione nei ragazzi, andando direttamente nelle scuole, con ottimi risultati tra l’altro, è il momento di porre attenzione alla prevenzione delle malattie del cavo orale negli anziani delle RSA e nei grandi anziani, per loro direttamente a casa. Questa ultima attività la facciamo a Pergine, per adesso, in fase sperimentale, partendo da un piccolo Comune con grande numero di anziani. Ringrazio Evaristo Giglio per il lavoro svolto e i medici di medicina generale che daranno il loro contributo perché conoscono la popolazione e chi ha particolari esigenze”.

Il progetto è stato presentato nei giorni scorsi alla conferenza dei sindaci del Valdarno, riscuotendo il consenso dei primi cittadini. In Italia, appena il 40% della popolazione cura i denti in modo corretto, mentre il 60% non accede all’ambulatorio del dentista, né nelle strutture pubbliche né in quelle private.

Le parole di Simona Neri su tale servizio:

“Ci abbiamo lavorato con costanza ed attenzione e adesso, con piacere, comunico che sta per partire un progetto pilota proprio nel nostro territorio: la Asl ha individuato il Comune di Laterina Pergine Valdarno per l’attivazione di un servizio di cura a domicilio per gli anziani e quindi con il coinvolgimento diretto di familiari e badanti.

Si tratta di igiene dentale, che è di primaria importanza per tutti, nell’anziano in particolare, ancorchè non malato: è bene tenere sotto controllo la sua igiene, perchè più di tutti è esposto a patologie degenerative, anche con il cattivo uso della protesi. Infatti, in molti presentano protesi vecchie e non più stabili. Una bocca con cavo lesionato o altre patologie, porta all’infarto, diabete, ma crea anche disagio relazionale, inappetenza ecc..

Appoggio in pieno questa filosofia di odontoiatria proattiva. Si potenzierà il rapporto con i Medici di Medicina Generale i quali valuteranno l’igiene orale dell’anziano fragile, raccoglieranno il bisogno ed invieranno l’utente all’ambulatorio con richiesta di “visita odontoiatrica” e segnalando nella richiesta la necessità di percorso domiciliare, (sia RSA che al domicilio).

Grazie di cuore alla direzione sanitaria ed ai tecnici che hanno pensato e costruito questa opportunità.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *