Parte il progetto “Avventuriamoci”: laboratori e attività teatrali per persone con disabilità

Una campagna per realizzare il progetto “Avventuriamoci”, promosso dalla Cooperativa sociale onlus Lettera Otto, che nel Valdarno, offre opportunità formative e lavorativa a persone con disabilità.

Il progetto, incentrato sulla realizzazione di un laboratorio e di altre attività teatrali, è patrocinato anche dal Comune di Figline e Incisa Valdarno e rientra nella campagna di crowdfunding Pensati con il cuore, lanciata sul territorio per il 2018 dalla Fondazione Il Cuore si scioglie in collaborazione con la sezione soci Coop Valdarno Fiorentino e la partecipazione delle sezioni soci Coop San Giovanni Valdarno e Montevarchi.

“Il progetto Avventuriamoci – spiega Ilaria Pratellesi, presidente della cooperativa Lettera Otto – ha l’obiettivo di acquistare dei macchinari per ampliare l’attività lavorativa di 10 ragazzi disabili, favorendone anche il percorso di inclusione sociale sul territorio mediante la creazione di un laboratorio teatrale”.

Il laboratorio teatrale si concluderà con uno spettacolo ciascun partecipante racconterà la sua storia e parteciperà a quella degli altri. Il laboratorio si svolgerà all’interno delle sedi della cooperativa che sarà luogo e spazio di accoglienza e integrazione. Lo spettacolo sarà il punto di partenza per la creazione di una compagnia teatrale interculturale e intergenerazionale permanente che possa essere uno strumento di mediazione culturale per il territorio.

“La campagna Pensati con il Cuore – spiega Giulio Caravella, consigliere della Fondazione Il Cuore si scioglie – ha l’obiettivo di sostenere le numerose realtà che ogni giorno in Toscana si impegnano per il bene comune, cercando di creare rete e senso di comunità. Una modalità partecipativa che sta generando risultati importanti: con i 5 progetti andati online a gennaio siamo riusciti a mettere a disposizione oltre 80 mila Euro per affrontare sul territorio problematiche importanti, come la povertà, la disabilità e la violenza di genere”.

“Abbiamo accolto con grande piacere la richiesta di patrocinio di questa iniziativa – spiega l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Figline e Incisa Valdarno, Ottavia Meazzini -, per sostenere una delle cooperative sociali di tipo B più attive sul nostro territorio. Si tratta, infatti, di una realtà che offre ai disabili la possibilità di lavorare, integrarsi con il tessuto locale e diventare autonomi dal punto di vista economico. Questa raccolta fondi è quindi un modo per implementare le attività della Lettera Otto, per sensibilizzare la cittadinanza sul tema della disabilità e per aiutare a conoscere questa realtà. L’invito è quello di dare il proprio contributo e di visitare la sede della cooperativa, che si trova a Figline in via della Vetreria.”

La raccolta fondi prevede la possibilità di fare donazioni online, sulla piattaforma Eppela e di contribuire partecipando alle iniziative organizzate nei giorni della campagna che durerà dal 19 marzo al 27 aprile.  Se verrà raggiunto almeno il 50% dell’obiettivo previsto, la Fondazione Il Cuore si scioglie raddoppierà la cifra raccolta, fino a un massimo di 15mila euro. Le prime iniziative organizzate dalle sezioni soci Coop sono già in calendario: mercoledì 28 Marzo alle ore 21 al Centro*Ponte a Greve si terrà la serata musicale “Metropolita Area RocK Contest” e venerdì 20 Aprile al teatro Aurora di Scandicci andrà in scena la commedia “I vocio nella Testa “. Il ricavato dei biglietti andrà a favore del progetto.

Nel 2017 sono stati lanciati 21 progetti e hanno tutti hanno raggiunto l’obiettivo prefissato: complessivamente i diversi eventi organizzati dalle sezioni soci Coop hanno visto la partecipazione di oltre 6mila persone e la campagna di crowdfunding solidale ha raccolto oltre 230mila euro messi a sostegno della solidarietà in Toscana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *