Progetto “Insieme Bonificatori”: il 3 novembre ultima tappa a Figline

Farà tappa a Figline e Incisa Valdarno sabato 3 novembre, con una giornata all’insegna dell’ambiente e dell’integrazione, il progetto “Insieme Bonificatori”, che si pone l’obiettivo di coinvolgere i territori e i cittadini nelle attività che impegnano i migranti nella manutenzione dei corsi d’acqua toscani.

Dopo le esperienze nel 2016 a Firenze e Pistoia, e nel 2017 su tutto il percorso dell’Arno, il progetto quest’anno ha come obiettivo la partecipazione attiva delle comunità locali: accanto al coinvolgimento dei migranti in attività di pubblica utilità, quindi, si vuole favorire la conoscenza reciproca con giornate di volontariato e di festa, anche con la partecipazione dei Comuni, compreso quello di Figline e Incisa Valdarno.

“Insieme Bonificatori” è finanziato dalla Regione Toscana e portato avanti dai Consorzi di Bonifica in collaborazione con Anci Toscana. Nella prima fase, il progetto prevede interventi di animazione territoriale e di ripulitura di sponde e degli argini dei corsi d’acqua, attraverso la raccolta manuale dei rifiuti solidi urbani a cura dei migranti, insieme alle associazioni locali e a tutti i cittadini che vorranno partecipare, con il supporto tecnico-organizzativo dei Consorzi di Bonifica; per la seconda fase è prevista invece l’attivazione di percorsi formativi ad hoc rivolti ai migranti, per aiutarli ad acquisire competenze che saranno loro utili per l’inserimento ne mercato del lavoro e per rafforzare i percorsi di autonomia.

Il progetto rientra nelle azioni del “Libro Bianco sulle politiche di accoglienza di richiedenti asilo politico e titolari di protezione internazionale e umanitaria” (linee guida regionali sulle politiche di accoglienza e inclusione per le persone migranti), promosso da Regione Toscana e Anci Toscana.

Tornando all’appuntamento del 3 novembre, che si inserisce anche nel programma di Autumnia 2018 (www.autumnia.it), si tratta dell’ultima tappa di un percorso che ha attraversato tutta la Toscana, con una grande partecipazione popolare.

A Figline è prevista una passeggiata ecologica (aperta a tutti) lungo l’argine dell’Arno, con ritrovo alle 9.30 alla rotonda del Ponte Matassino; l’arrivo è fissato alle 12 al Centro sociale “Il Giardino” (via Roma, all’interno dei  giardini Generale Dalla Chiesa) dove interverranno la sindaca Giulia Mugnai, l’assessore Ottavia Meazzini, Alessandro Salvi per la Regione Toscana, e il presidente del Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno e vicepresidente Anbi Toscana, Paolo Tamburini.

L’evento è realizzato in collaborazione con: associazione Il Giardino, Croce Rossa Italiana Incisa, Cooperativa Il Cenacolo, Diaconia Valdese, Cooperativa Cristoforo, Auser Figline e Incisa, Calcit Valdarno Fiorentino, Sezione Soci Coop Valdarno Fiorentino, Centro Diurno Aquilone, SMS Poggio alla Croce, Associazione Aki Aikido, Associazione Tengu no Budo, Gaib e Prociv, Agesci e Misericordia.

“Ringraziamo la Regione Toscana, il Consorzio e Alto Valdarno per aver scelto il nostro territorio per promuovere la passeggiata e per chiudere un percorso così ricco di iniziative su tutto il territorio regionale – commenta l’assessore Ottavia Meazzini -. Si tratta di una giornata dal forte valore simbolico, perché si inserisce tra le azioni del Libro bianco sull’accoglienza diffusa e perché, quindi, punta a sensibilizzare su un doppio fronte, quello dell’accoglienza ai migranti e quello della cura del territorio e dell’ambiente, attraverso la pulizia degli argini dell’Arno. Del rispetto dell’ambiente e di tanti altri temi ci sarà modo di parlare anche ad Autumnia 2018, in programma in centro a Figline il 9, 10 e 11 novembre”.

“Per questa iniziativa abbiamo scelto un tratto dell’Arno di grande valore ambientale e ben accessibile – spiega presidente del Consorzio Alto Valdarno, Paolo Tamburini -. Si tratta dell’area compresa tra il Borro di Ponterosso e il Ponte del Matassino, compreso nel sistema della ciclopista dell’Arno. Qui da poco il Consorzio ha ultimato l’intervento di manutenzione, con rimozione della vegetazione erbacea e arbustiva infestante e con la rimozione delle alberature alloctone, per garantire presidio e vigilanza degli argini”.

CLICCA QUI PER VEDERE
LA MAPPA DEL PERCORSO DELLA GIORNATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *