Qualità aria: come migliorarla ed evitare rischi per la salute

Il Comune di Figline e Incisa Valdarno invita i cittadini ad adottare comportamenti utili a migliorare l’aria che respiriamo e, di conseguenza, anche la salute di tutti.
Nel dettaglio, nel periodo critico che va dal 1 novembre al 31 marzo si raccomanda di: limitare l’utilizzo di legna in caminetti aperti e in stufe tradizionali, a meno che non si tratti dell’unica fonte di riscaldamento dell’abitazione; verificare il corretto funzionamento dell’impianto di evacuazione dei fumi, in modo da evitare la produzione eccessiva di scorie; limitare l’accensione di fuochi all’aperto e l’abbruciamento di sfalci, potature, residui vegetali o altro; privilegiare  l’uso dei mezzi pubblici rispetto ai mezzi privati; privilegiare, laddove possibile, l’uso di mezzi di trasporto a basso impatto ambientale (automezzi elettrici o a gas); ottimizzare gli spostamenti con un solo veicolo per più utenti sullo stesso itinerario.

Si ricorda che seguire questi comportamenti sarà utile per evitare concentrazioni superiori alla norma di Pm10 (polveri sottili) nell’aria e, quindi, la conseguente emissione di specifiche ordinanze (come ad esempio limitazione della circolazione stradale, targhe alterne o altre restrizioni). Questi e altri consigli, rivolti a enti, imprese e singoli cittadini, sono contenuti nel Piano regionale per la qualità dell’aria ambiente (PRQA) approvato a luglio dal Consiglio regionale della Toscana. 

Per saperne di piùhttp://www.regione.toscana.it/cittadini/ambiente/aria-di-toscana 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *