Sisma e tsunami in Indonesia: oltre 1.200 morti

Sono oltre 1.200 le vittime accertate del sisma e dello tsunami che hanno colpito la costa occidentale di Sulawesi, in Indonesia: lo ha annunciato oggi la National Disaster Mitigation Agency, l’ente che coordina gli interventi di soccorso. La scossa piu’ potente, venerdi’, ha avuto una magnitudo di 7,5 gradi della scala Richter. Ancora oggi, fonti concordanti hanno riferito di decine di persone intrappolate tra le macerie degli edifici crollati.

ORDINE DI MALTA, IN PARTENZA MEDICI ED ESPERTI SANITÀ

Una squadra di emergenza dell’Agenzia di soccorso internazionale dell’Ordine di Malta, Malteser International, e’ pronta per partire per l’Indonesia per aiutare le vittime colpite dal violento terremoto e dallo tsunami di venerdi’ scorso. La decisione segue l’appello del governo indonesiano di aiuti internazionali per far fronte alle conseguenze del disastro. Il team del Malteser International e’ composto da medici specialisti, paramedici, infermieri e logisti, nonche’ esperti nella fornitura di acqua pulita e in servizi igienico-sanitari. Venerdi’ scorso un terremoto di magnitudo 7.5 della scala Richter ha provocato uno tsunami al largo dell’isola indonesiana di Sulawesi, uccidendo centinaia di persone. Il bilancio delle vittime, in base a quanto riferito dall’agenzia di gestione dei disastri indonesiana, e’ di oltre 800. “Il terremoto e’ stato seguito da diverse scosse di assestamento che hanno causato ulteriori devastazioni. Temo che il bilancio delle vittime continuera’ a salire”, ha dichiarato Oliver Hochedez, coordinatore per le emergenze del Malteser International. “Le strade sono state distrutte, cosi’ come le case, le linee elettriche e le riserve d’acqua. In alcune aree ci sono persone che non sono state ancora soccorse”. L’Agenzia di soccorso internazionale dell’Ordine di Malta ha una lunga tradizione nel fornire soccorsi d’emergenza all’indomani di disastri naturali in Indonesia, incluso lo tsunami del 2004.

Notizia tratta dal sito www.dire.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *