Vacchereccia, connessione internet più veloce e più copertura telefonica: a fine 2018 arriva la svolta

Il territorio cavrigliese al momento è coperto in larghissima parte dal servizio di ADSL.

A vivere, però, la situazione più delicata è stata la frazione di Vacchereccia, legata alla centrale telefonica di San Giovanni Valdarno e con una connessione al di sotto degli standard necessari proprio per la distanza tra le utenze e la centrale telefonica.

Per cercare di ridurre questo divario, in precedenza, l’Amministrazione ha promosso l’installazione di un’antenna gestita da un operatore privato (Clouditalia) sopra gli spogliatoi dell’impianto sportivo di Vacchereccia.

In questi giorni, però, Tim ha avviato, lungo il tratto della Strada Provinciale 13 all’intersezione con via Palazzaccio, dei lavori di scavo propedeutici all’ampliamento della rete in fibra ottica.

In sostanza a Vacchereccia verrà installato un apparato sopra all’armadio di rete esistente a cui potranno allacciarsi gli utenti per attivare un servizio ADSL a una velocità decisamente superiore rispetto a quella attuale.

Secondo una prima stima comunicata da Tim ai tecnici della Regione Toscana, si dovrebbe passare dalla connessione attuale a 1 Megabit al secondo ad una di circa 20 Megabit al secondo.

A trarre benefici dalla nuova struttura sarà anche il segnale telefonico. Il potenziamento dei servizi dovrebbe essere operativo entro la fine del 2018. Una volta ultimati i lavori infatti, Tim dovrà sbrigare tutte le formalità burocratiche necessarie e dovrà comunicare agli altri operatori l’attivazione della nuova centrale telefonica, in modo tale che gli utenti di Vacchereccia possano scegliere l’operatore con il quale sottoscrivere il contratto.

Banda larga e ultralarga sono tra le opere pubbliche più importanti per la nostra Regione – commenta Vittorio Bugli, assessore regionale a Sistemi informativi, strutture tecnologiche, e-government, sviluppo della società dell’informazione – Contribuiscono alla competitività e allo sviluppo dei territori come strade e autostrade. Sono infrastrutture essenziali per aziende che vogliono stare sul mercato, e anche per la qualità della vita dei cittadini. La Regione Toscana è stata tra le prime regioni ad investire per abbattere il digital divide e portare internet veloce anche dove il mercato non arriva. Questo potenziamento è una buona notizia per Cavriglia, Vacchereccia e per tutto il nostro territorio.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *