Valdarno: 14 persone denunciate per truffa, droga e furto

Intensa l’attività dei Carabinieri valdarnesi negli ultimi giorni: 14,infatti, le persone denunciate.

I Carabinieri della Stazione di Levane hanno:

-deferito in stato di libertà per violenza privata ed appropriazione indebita in concorso una donna ed un uomo, italiani, entrambi di origine campana, residenti nel modenese. La coppia, rispettivamente sorella e cognato di un’altra italiana, attualmente ricoverata presso una struttura sanitaria e affetta da grave deficit mentale, riceveva reiterati inviti dalla sorella di quest’ultima, residente nel Valdarno, nominata amministratrice di sostegno, alla quale veniva omesso di riconsegnare i documenti di identità e altra documentazione riconducibile all’inferma ed attinente a rapporti contratti con enti ed uffici pubblici vari.

-deferito in stato di libertà due uomini, entrambi italiani, richiamati sul posto a seguito del sinistro stradale tra le loro due autovetture, sono stati trovati positivi al test alcolemici con valori rilevati di 1,25 g/l e 0,91 g/l. Ad entrambi è stata ritirata la patente di guida mentre alla persona con il tasso alcolemico più alto veniva irrogata la sanzione accessoria del fermo provvisorio del veicolo per trenta giorni.


I Carabinieri della Stazione di Bucine hanno deferito in stato di libertà un italiano, già in regime di detenzione domiciliare. L’uomo, si allontanava arbitrariamente dall’abitazione, non facendovi ritorno.


I Carabinieri della Stazione di Castelnuovo dei Sabbioni, a conclusione indagini, hanno deferito in stato di libertà due uomini, entrambi tarantini, per truffa nei confronti di una persona residente a Cavriglia. I due avevano messo un annuncio falso online di un Iphone6s, si facevano consegnare 200 euro dall’acquirente, tramite postepay, per poi sparire nel nulla. I predetti inoltre, millantavano di appartenere all’Arma dei Carabinieri al fine di carpire la fiducia della parte offesa, per poi mettere in atto la truffa.


I Carabinieri della Stazione di Terranuova Bracciolini hanno:

-deferito in stato di libertà per guida sotto effetto di stupefacenti un giovane italiano di 25 anni, fermato durante un normale posto di controllo. Il giovane è risultato alla guida della propria autovettura, in stato alterazione psicofisica dovuta ad assunzione sostanze stupefacenti del tipo “cannabinoidi”, successivamente accertata presso l’ospedale Gruccia di Montevarchi.

-deferito in stato di libertà un giovane italiano di 19 anni, che, a bordo del proprio scooter, si trovava coinvolto in un sinistro stradale e successivamente, dopo esser stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Montevarchi, veniva riscontrato essere sotto l’effetto di cannabinoidi.

-deferito in stato di libertà un uomo, riconosciuto autore di un tentato furto in abitazione. Una signora di Terranuova, accortasi della presenza dell’uomo nelle pertinenze dell’abitazione, lo ha riconosciuto e messo in fuga.

-hanno deferito in stato di libertà per truffa ed insolvenza fraudolenta una donna, italiana. La stessa, in una tabaccheria di Terranuova Bracciolini, con una scusa si faceva ricaricare la propria carta postepay, allontanandosi dal locale subito dopo.


I Carabinieri della Stazione di Montevarchi hanno:

-deferito in stato di libertà un ragazzo italiano di 25 anni, residente a Prato. Il giovane, a seguito di una perquisizione domiciliare, veniva trovato in possesso di un cellulare rubato a Terranuova Bracciolini nel settembre 2017. Il telefono è stato posto sotto sequestro, nell’attesa della restituzione all’avente diritto.

-deferito in stato di libertà per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio un cittadino nigeriano di 30 anni. L’uomo, nel corso di un controllo nei pressi della stazione ferroviaria, è stato trovato in possesso di 13 involucri di marjiuana, pronta per la vendita. Lo stupefacente è stato posto sotto sequestro.

-deferito in stato di libertà per furto aggravato una donna, di origini campane, poiché aveva manomesso un contatore del gas sigillato, sottraendo, in quattro anni, più di 5000 mc di gas, ai danni dell’azienda distributrice, la quale ha presentato denuncia presso la Stazione montevarchina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *