In Valdarno 2 persone arrestate e 10 denunciate

A San Giovanni Valdarno un 40enne, con precedenti, è stato arresto dai Carabinieri della Stazione di San Giovanni Valdarno per violazione e soppressione della corrispondenza, commesso a Cavriglia nel 2013. L’uomo non ha potuto usufruire di benefici quali l’affidamento in prova ai servizi sociali o la sospensione condizionale della pena, ed è pertanto stata eseguita una sentenza di sei mesi di detenzione domiciliare.

 

I Carabinieri della Stazione di Terranuova Bracciolini hanno eseguito un arresto per truffa nei confronti di un 33enne; hanno denunciato un giovane albanese di 28 anni perchè trovato in possesso di un coltello e di un grammo di hashish; hanno denunciato un 22enne, residente a Montevarchi, per esser risultato, a seguito di un controllo, in alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di stupefacenti; ed infine hanno denunciato una donna, infermiera presso una struttura privata del Valdarno, per furto aggravato: la donna aveva forzato un armadietto di un collega e rubato un telefono per poi gettarlo nel cassonetto della spazzatura.

 

I Carabinieri della Stazione Carabinieri di Bucine hanno denunciato un 27enne, residente in provincia di Perugia per truffa: l’uomo aveva simulato una vendita di un telefono dal costo di 650€ in un annuncio nella sezione “Marketplace” di Facebook;  hanno denunciato, a seguito di una denuncia dalla vittima, due donne valdarnesi per aver puntato delle telecamere di videosorveglianza nella proprietà del vicino. I motivi sono ancora in corso di accertamento.

 

I Carabinieri della Stazione di Levane, hanno deferito in stato di libertà una donna, residente a Milano, per truffa: insieme ad una complice, aveva simulato la contrattazione di un autocarro attraverso un annuncio sul sito “Autoscout24”,  chiedendo un acconto di 1.200€, tramite ricarica postepay ed ottenuto l’ammontare, faceva perdere ogni traccia.

 

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Giovanni Valdarno, a Terranuova Bracciolini, hanno fermato ed identificato un nigeriano, con due patenti internazionali di guida, una scaduta e l’altra in corso di validità, verosimilmente false; hanno denunciato un 44enne, residente nella provincia di Siena, per guida in stato di ebbrezza; infine hanno denunciato un pluripregiudicato italiano, residente in Valdarno, a seguito di una segnalazione da un abitante di Bucine, per tentato furto. L’uomo aveva tentato di entrare all’interno di una abitazione di Bucine, località Capannole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *