In Valdarno si registrano sforamenti delle PM10

L’ultima settimana ha registrato nel territorio valdarnese lo sforamento dei valori limite per la media di polveri sottili. Interviene con tempestività sulla situazione dell’aria il comune di Montevarchi che, sulla base delle poco confortanti previsioni meteo dei prossimi tre giorni, rinnova le disposizioni già emanate per il contenimento delle polveri sottili.

“Alla luce di queste motivazioni – spiegano dal comune di Montevarchi – e persistendo le condizioni per l’attribuzione del valore 2 dell’indice di criticità per la qualità dell’aria, il sindaco Silvia Chiassai Martini ha prorogato fino al 20 gennaio l’ordinanza, già emanata lo scorso 4 gennaio,  in cui si prevede l’adozione di misure restrittive per il contenimento delle emissioni di Pm10, ai fini della tutela della qualità dell’aria e della salute dei cittadini.

Nello specifico il provvedimento vieta l’accensione di fuochi all’aperto e abbruciamenti di sfalci, potature e residui vegetali su tutto il territorio comunale al di sotto della quota di 300 m nonché l’accensione di legna in caminetti aperti per il riscaldamento domestico dove siano presenti sistemi alternativi di riscaldamento. Il sindaco ha imposto nel provvedimento anche l’obbligo di spegnimento di motori di veicoli in sosta prolungata in particolare per veicoli commerciali e autobus.

Articolo di Benedetta Marziali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *