Via libera al restyling del fiume Arno

Finalmente arriva il tanto atteso via libera al restyling dell’Arno.

Attraverso il Documento Operativo di Difesa del Suolo 2019 la Regione Toscana ha confermato di ritenere prioritario il progetto presentato dal Consorzio 2 Alto Valdarno di risistemazione idraulica del tratto sangiovannese del corso del fiume.

In arrivo poco meno di 1.100.000 euro per un importante intervento di difesa idrogeologica voluto con forza dall’amministrazione comunale e dai cittadini sangiovannesi.

L’obiettivo del progetto è frenare l’erosione in destra idraulica e prevede la realizzazione di una scogliera a muro in massi ciclopici di circa 700 metri nel tratto che va dall’immissione del borro delle Ville fino al ponte Pertini.

Tra quest’ultimo e ponte Ipazia la sistemazione fluviale sarà completata con una rettifica dell’alveo di magra del fiume, da cui saranno asportati arbusti e altri ostacoli naturali.

Infine è prevista l’installazione di altre opere idrauliche necessarie per rallentare la forza erosiva dell’acqua, nello specifico trattasi di 5 pennelli trasversali distanti circa 100 metri l’uno dall’altro, che avranno il compito di rinforzare la sponda interessata dalla scogliera.

Il finanziamento arriverà sottoforma di tre tranche: una nel 2019, una nel 2020 e l’ultima nel 2021, anno in cui è previsto il collaudo dell’opera, mentre l’indizione della gara con annesso inizio attività è fissato per il prossimo 31 maggio.

L’intervento sull’Arno è un altro tassello che contribuirà alla messa in sicurezza di un territorio fortemente urbanizzato, su cui insistono infrastrutture strategiche per la città di San Giovanni Valdarno e tutta la vallata”, hanno commentato Comune e Consorzio, in attesa dell’incontro con la Regione per definire modalità e tempi dell’assegnazione delle risorse.

Adesso restano soltanto da reperire le liquidità per la seconda parte del piano previsto dal Consorzio di bonifica, ovvero la manutenzione straordinaria delle pile portanti del ponte Ipazia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *