Arresti in Valdarno per spaccio di droga

Nella mattinata di oggi, lunedì 4 dicembre, ad Arezzo, Talla e Montevarchi, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Arezzo, insieme al supporto dei Militari della Compagnia di Arezzo, San Giovanni Valdarno e Bibbiena e all’unità cinofila del nucleo di Firenze, stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 6 persone responsabili di spaccio di sostanza stupefacenti, che si aggiungono ad altri 5 già precedentemente segnalati e fermati in flagranza di reato.

Si tratta di un riepilogo di un’articolata attività investigativa, avviata tra febbraio e luglio 2017, che ha permesso di ricostruire un rete di soggetti albanesi e italiani che avevano attivato nella provincia di Arezzo una fiorente attività di spaccio di cocaina e marijuana.

Il principale organizzatore era un sorvegliato speciale che, avendo delle limitazioni nei movimento, aveva creato una rete ben organizzata di albanesi che, attraverso utenze telefoniche, ricevevano gli ordinativi delle sostanze da parte di una clientela selezionata (imprenditori, commercianti, liberi professionisti) che voleva solo cocaina di prima qualità, consegnata direttamente a domicilio.

L’attività investigativa ha rivelato che lo spaccio avveniva con una suddivisione di aree tra spacciatori nella provincia, al fine di ridurre la possibilità di essere individuati.

 

Durante le indagini sono state documentate circa 500 cessioni di cocaina, con il sequestro di circa 350 grammi di cocaina e 500 grammi di marijuana.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *