Bottiglie molotov abbandonate vicino a casa di Nannicini: indagano i carabinieri

A quanto pare, sarebbe esclusa la pista politica ovvero quella che ricondurrebbe il gesto ad una eventuale aggressione nei confronti della famiglia dell’ex deputato e padre dell’ex sottosegretario del governo Renzi

Sono in tutto due gli ordigni simil molotov trovare nei pressi di della zona residenziale di Montevarchi dove attualmente risiede l’ex sindaco ed ex deputato Rolando Nannicini.
Le bottiglie, con tanto di innesco, sono state scoperte nella mattinata di ieri. Una nel piazzale dove affacciano le abitazione e l’altra invece nei giardini pubblici del quartiere.
Ignote le ragioni e soprattutto il destinatario (o i destinatari) che avrebbe dovuto essere raggiunto dall’ordigno.

I carabinieri del Valdarno stanno cercando di fare chiarezza sulla vicenda e cercando di risalire all’identità della persona che ha scelto di abbandonare gli oggetti in questa area della cittadina valdarnese.
A quanto pare, sarebbe esclusa la pista politica ovvero quella che ricondurrebbe il gesto ad una eventuale aggressione nei confronti della famiglia dell’ex deputato e padre dell’ex sottosegretario del governo Renzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *