I dodici mesi del 2017 di Confesercenti. Landini-Checcaglini: “Un anno a fianco delle aziende sui temi che stanno a cuore ai commercianti”

L’associazione di categoria Confesercenti fa il bilancio di un intero anno di attività. “Il 2017 – ha detto il presidente Mario Landini – è stato un anno intenso per Confesercenti. In una fase storica particolare per l’economia abbiamo lavorato per tenere alta l’attenzione intorno a temi che stanno a cuore ai commercianti. Difatti il commercio non è uscito dalle difficoltà di una crisi che dura da troppo tempo e che ha lasciato sul ‘selciato’ 560 imprese oltre il 10% delle 4.500 che il settore annovera”. A più livelli quindi l’associazione di categoria si è mossa per dare una scossa allo shopping ma al tempo stesso per far alzare anche i livelli di decoro e sicurezza per le strade non solo di Arezzo ma anche nelle città del Valdarno, della Valdichiana, della Valtiberina e del Casentino. “In città naturalmente – ricorda il presidente Mario Landini – l’impegno in tema di sicurezza si è acceso sul quartiere di Saione nel periodo estivo ma il fenomeno della tranquillità e del decoro è di interesse ovunque. Siamo convinti che è necessario far vivere le strade commerciali in modo che si favorisca il passeggio e gli acquisti ma al tempo stesso anche la socializzazione”.
L’associazione ha quindi per esempio promosso l’installazione delle telecamere a La Catona per dare un segnale di sicurezza. Impegno anche sulla vicenda relativa all’incendio dell’edicola a Ponte alle Forche a San Giovanni Valdarno dove abbiamo ottenuto l’installazione delle telecamere. Lunga poi la lista di iniziative sia in centro che nei quartieri in modo che si possa rafforzare il rapporto tra i commercianti, i residenti e la clientela. Di gran successo in valtiberina la rassegna dei Mercoledì di Anghiari capaci di attrarre turisti e visitatori. Ad Arezzo confermate con successo le feste nei quartieri, prima fra tutte “via Romana in festa”. “Una fidelizzazione – dice il presidente Mario Landini – che oggi, più di prima, è importante anche per alzare i livelli di sicurezza e presidio del territorio. È importante ricordare che perché ci sia sicurezza è fondamentale che i negozi continuino a tenere alzate le saracinesche”. Nell’ottica di una città sempre più decorosa e sicura rientra a pieno titolo l’idea di una città turistica. “Per il futuro – aggiunge Mario Landini – il turismo giocherà un ruolo decisamente importante. È quindi importante fare di Arezzo una meta accogliente. Abbiamo, anche per questo, dato il nostro contributo intorno a tematiche che l’amministrazione comunale per esempio ha portato avanti con nuove regolamentazioni sulla salvaguardia del decoro del centro storico ma anche in tema di consumo di alcolici. Impegno immutato anche sul contrasto alle sagre selvagge che ha portato alcuni comuni ad adottare un regolamento”. Confesercenti ha poi proseguito l’azione sul contrasto al fenomeno dell’abusivismo nei mercati. Numerose le campagne per mettere in guardia i consumatori dai rischi che si corre ad acquistare merce contraffatta da venditori abusivi. Intensa anche l’attività di sostegno alle aziende grazie all’ufficio credito e all’Agenzia Formativa. “Continuiamo – ha puntualizzato il presidente Mario Landini – a sostenere le aziende con finanziamenti ma anche con la formazione. Nel 2017 abbiamo anche organizzato un corso in tema di sicurezza con il colonnello Carlo Corbinelli, per offrire ai commercianti preziosi consigli da utilizzare per alzare il livello di guardia tra le vetrine”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *