Emergenza freddo: le Misericordie toscane aumentano l’impegno

Con l’intensificarsi dell’ondata di freddo aumenta anche l’impegno delle Misericordie della Toscana, che in ogni città hanno attivato unità di strada per cercare e assistere chi dorme all’addiaccio, mentre da sabato 15 Dicembre a Firenze (dove le unità di strada sono 2/3 ogni notte) sono stati attivati anche 20 posti letto nella sede di piazza Duomo per ospitare nell’immediatezza quanti vengono trovati in strada, affiancando in questa fase le strutture pubbliche.

Le Misericordie toscane hanno anche raccolto la richiesta di aiuto arrivata dal carcere di Sollicciano e dal suo cappellano, provvedendo insieme alla Regione all’invio di coperte per fronteggiare i problemi dovuti ad un guasto all’impianto di riscaldamento.

Il presidente della Federazione regionale delle Misericordie, Alberto Corsinovi, ha invitato tutte le Misericordie della regione ad aprire le porte delle proprie sedi in questi giorni di particolare freddo a chi si presenti cercando un riparo per la notte.

Le unità di strada sono squadre di volontari che, in accordo con i servizi sociali dei vari comuni, hanno il compito di assistere in strada i senzatetto offrendo loro cibo, bevande calde, coperte ed altri generi di conforto cercando anche di accompagnargli verso gli asili notturni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *