Polizia Municipale di Figline e Incisa V.no, dati 2017: più controlli anche grazie a video-sorveglianza

Sono la sicurezza stradale e il monitoraggio ambientale le due attività a cui la Polizia Municipale di Figline e Incisa Valdarno ha dedicato particolare attenzione nel 2017, in continuità con i percorsi già avviati nel 2016. Il sistema di videosorveglianza e l’ispettore Aer (per quanto riguarda le sanzioni amministrative di tipo ambientale) continuano a svolgere un ruolo di supporto a queste due attività, così come le segnalazioni dei cittadini, favorendo il lavoro di individuazione delle zone della città particolarmente critiche e garantendo una maggiore capillarità e una migliore rilevazione delle violazioni sul territorio.

È quindi anche grazie alle telecamere mobili – già in funzione dal 2015 e installate, a rotazione, nei pressi delle ecostazioni dove spesso i rifiuti vengono abbandonati in maniera indiscriminata – che su un totale di 123 controlli ambientali sono state accertate 66 violazioni (ben 144 in meno rispetto al 2016, quando erano state registrate 210 violazioni, a testimonianza che la combinazione dei controlli di polizia tradizionali con la videosorveglianza scoraggia i comportamenti scorretti). Nelle 66 violazioni del 2017 rientrano anche gli accertamenti effettuati dall’ispettore ambientale direttamente sui sacchetti della nettezza urbana, con l’obiettivo di sanzionare comportamenti scorretti in tema di raccolta differenziata e di abbandono dei rifiuti. Il tutto non solo in un’ottica punitiva, però, ma anche allo scopo di prevenire il degrado e di preservare la salute dei cittadini. A questi numeri si somma poi l’accertamento di 6 reati ambientali, che hanno dato luogo ad altrettante sanzioni penali. Rientrano in questa tipologia di reati, per esempio, l’abbandono di rifiuti speciali, industriali e pericolosi (come quelli edili) o il loro smaltimento in maniera scorretta.

Inoltre, il sistema di videosorveglianza (che, oltre alle telecamere mobili e fisse in città, comprende 2 portali ai suoi ingressi nord e sud e, dal 2017, altri 2 al Matassino) risulta utile per rendere più massicci i controlli sui flussi di traffico e sui veicoli, specie in relazione a revisioni e assicurazioni scadute (o assenti) e in presenza di veicoli rubati. Rientrano in questa categoria le 297 sanzioni amministrative (122 in più rispetto al 2016), di cui 84 dovute a irregolarità sull’assicurazione e 213 legate a irregolarità sulle revisioni (nel 2016 si erano registrate 48 violazioni per assicurazione scaduta o assente e 127 per analoghi controlli sulle revisioni, per un totale di 175 sanzioni).

Alle 297 multe di questo tipo, si sommano quelle dovute al superamento dei limiti di velocità (2.857 sanzioni) e alle violazioni per sosta irregolare o sosta selvaggia (2.997 multe in totale, di cui più della metà per mancato pagamento della sosta), per un totale di 6.151 su 7.234 sanzioni amministrative effettuate nel 2017.

Ulteriori controlli sono stati poi effettuati in materia edilizia (13) e commerciale (23), che insieme ai controlli in materia ambientale (123) e ad altre tipologie di controllo (come accertamenti anagrafici e notifiche) si attestano a quota 329.

Infine, la Polizia Municipale continua anche a investire nella formazione nelle scuole dove, nell’ottica di formare i futuri utenti della strada, anche nel 2017 sono state effettuate 40 ore di lezioni.

“Ambiente e controllo del territorio continuano ad essere le nostre attività principali – ha spiegato il Comandante Alessio Pasquini –, su cui investiamo grandi energie e per le quali ci avvaliamo anche della videosorveglianza. Un sistema che, come dimostra l’aumento delle sanzioni per mancato rinnovo o per assenza di revisione o assicurazione, ci aiuta nel verificare in maniera più tempestiva che i veicoli in circolazione siano in regola e, in generale, ci aiuta nel controllo del traffico in entrata e in uscita dalla città. In generale, comunque, l’attività sanzionatoria non è funzionale solo a punire comportamenti contrari alla legge, ma ci aiuta anche a scoraggiarli e a prevenirli”.

“Il lavoro della Polizia Municipale sul territorio è fondamentale, soprattutto in termini di sicurezza e di decoro – ha detto la Sindaca di Figline e Incisa -, due settori di intervento su cui la sua azione è particolarmente incisiva, come ci suggeriscono i dati presentati oggi. Si tratta di due attività che hanno effetti positivi immediati sul benessere dei nostri cittadini, a cominciare dalla tutela della loro salute, perché prevenire il degrado e sanzionare comportamenti contrari alla normativa ambientale significa evitare di correre rischi anche in tal senso. Ringrazio quindi agenti e Comando di polizia, per l’indispensabile lavoro che portano avanti quotidianamente e per le risposte immediate alle esigenze della nostra comunità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *