Rivoluzione russa: a Figline doppio appuntamento sul centenario

A 100 anni dalla Rivoluzione russa, anche il Comune di Figline e Incisa Valdarno ha scelto di ricordarla attraverso incontri di approfondimento e spettacoli. Il principale tra questi si intitola “Majakovskij, il futuro viene dal vecchio ma ha il respiro di un ragazzo” ed è uno spettacolo musicale a cura di Materiali Sonori, in programma stasera, 16 novembre, al Ridotto del Teatro Garibaldi di Figline (piazza Serristori, ore 21,15). Un modo per ricordare la figura di questo celebre intellettuale russo, cantore della rivoluzione d’ottobre e del nuovo clima socio-culturale post rivoluzionario, che attraverso le sue poesie datate 1915-1930 ha raccontato sia il contesto storico di riferimento sia la sua esperienza di vita personale. Ad interpretare i testi sarà Chiara Cappelli, su accompagnamento musicale di Francesco Cusumano(chitarra) e di Arlo Bigazzi (basso) e con la regia di Lorenzo Boscucci. Inoltre, nel corso della serata saranno utilizzati anche ritmi e suoni elettronici registrati e destrutturati da Lorenzo Moka Tommasini.
Oltre a questo spettacolo teatrale, sono tante le iniziative collaterali promosse dalle associazioni del territorio. La prossima in programma è fissata per il 17 novembre, alle 17,30, quando sarà nuovamente il prof. Sergio Sammicheli a prender parola, per raccontare la storia del periodo rivoluzionario e post rivoluzionario, fino alla morte di Lenin (Salone Ariano del Circolo Fanin, via Magherini Graziani 3 – Figline). La rassegna si chiuderà il 7 dicembre al circolo Arci Rinascita, dove a partire dalle 21,15 il prof. Leonardo Paggi (docente di Storia Contemporanea dell’Università di Modena) parlerà del ruolo della rivoluzione d’Ottobre nella storia del XX secolo. L’ingresso è libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *