Due imprese immobiliari del Valdarno “ripulivano” i soldi sporchi del clan camorrista Mallardo: le società sotto sequestro

Due imprese immobiliari che, con compravendite in Valdarno ‘ripulivano’ i soldi sporchi del clan camorrista Mallardo: il dato emerge dalle carte dell’inchiesta coordinata dalla direzione distrettuale antimafia di Napoli che è arrivata fino in Toscana, in Valdarno.

Gli inquirenti sostengono che le imprese immobiliari fossero ‘rimpinguate’ con fondi illeciti, provenienti appunto dagli affari del clan Mallardo, intorno al quale ruota tutta l’inchiesta.

Passaggi di denaro fra le società, che poi si occupavano di acquistare immobili e rivenderli, usufruendo anche di finanziamenti bancari, avrebbero ‘ripulito’ questo denaro passando proprio dal Valdarno.

Nel registro degli indagati figura anche il nome di un imprenditore valdarnese, di Montevarchi, socio al 49% di una delle due societa’ finite sotto sequestro, tra l’altro fallita. “Il Corriere della Sera” dedica oggi un ampio reportage a questa inquietante vicenda.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *