Due milioni di euro per il campo da golf di Cavriglia

L’Amministrazione Comunale ha ottenuto un importante finanziamento stanziato dal Cipe destinato all’ampliamento del campo da Golf in località Valle al Pero. Il progetto prevede la realizzazione di 9 nuove buche che andranno ad aggiungersi alle 3 attuali.

Ammonta a circa due milioni di euro il finanziamento stanziato dal Cipe e destinato all’ampliamento dell’attuale campo pratica per attività di Golf di Cavriglia in località Valle al Pero dove sorgerà il più grande campo da Golf a gestione pubblica della Regione Toscana che si pone come obiettivo quello di promuovere il Golf come sport “popolare”, lontano dallo stereotipo classico che lo vuole solo come uno sport per ricchi.

Il Golf Club Le Miniere ha depositato presso gli Uffici Comunali il progetto, realizzato dallo studio dell’architetto David Mezzacane, uno dei più qualificati progettisti di campi da golf a livello italiano e internazionale. Nei mesi scorsi l’Amministrazione Comunale si era attivata contattando il Ministero dello Sport con l’obiettivo di reperire le risorse necessarie per implementare una struttura sportiva dedita ad uno disciplina che sta suscitando un interesse sempre maggiore nel nostro Paese anche alla luce dell’assegnazione della Ryder Cup in programma a Roma nel 2022. La prospettiva di potenziare il campo da Golf che sorge in parte dell’ex area mineraria ha suscitato interesse anche nei tecnici del Ministero a tal punto che a Cavriglia sono stati assegnati oltre 1.900.000 di euro. Il piano appena finanziato prevede la realizzazione di 9 nuove buche che andranno ad aggiungersi alle 3 inaugurate l’8 aprile 2017. Sarà realizzato anche un percorso ciclo pedonale perimetrale all’impianto, ad ingresso libero e collegato ai vicini anelli di Bellosguardo.

Un grande risultato e l’ennesima dimostrazione della capacità di Cavriglia di reperire risorse extrabilancio. In tutto si parla di una cifra di circa 8 milioni di euro con cui l’Amministrazione Comunale può permettersi di sostenere ingenti spese in viabilità, edilizia scolastica e strutture sportive senza intaccare la qualità dei servizi offerti ai cittadini (Asili Nido, trasporto scolastico e mensa scolastica) e la pressione fiscale che a Cavriglia resta la più bassa dei comuni del Valdarno.

Il maxi finanziamento per il campo da Golf rappresenta anche un riconoscimento alle politiche di valorizzazione portate avanti negli anni nell’area di Bellosguardo che costituisce un perfetto esempio di come l’area ex mineraria possa essere recuperata e restituita alla comunità. Realizzata con le terre di riporto dalle ex cave di lignite, oggi a Bellosguardo troviamo due anelli sportivi polivalenti, uno dei quali illuminato anche di notte, molto frequentanti da appassionati di ciclismo, podismo, skateboard e pattinaggio amanti della pratica sportiva a contatto con la natura.

Un binomio, quello tra lo sport e la natura, che caratterizzerà anche il futuro campo da Golf con 12 buche. Ciò renderà il nostro territorio ancor più attrattivo dal punto di vista turistico, un settore dove Cavriglia negli ultimi anni ha fatto registrare il numero di presenze turistiche più alto tra i comuni del comprensorio valdarnese. Grazie al nuovo campo da Golf infine, il nostro territorio avrà senz’altro anche importanti ricadute positive dal punto di vista occupazionale, nell’immediato con le aziende che saranno impegnate nelle realizzazione dei lavori e in futuro grazie ai benefici che porterà il nuovo impianto sportivo. “Abbiamo cercato e ottenuto questo finanziamento perchè crediamo molto nel potenziamento del campo da Golf – ha affermato il Sindaco Leonardo Degl’Innocenti o Sanni – in quanto ci permetterà di proseguire nel migliore dei modi la valorizzazione di parte dei territori della ex miniera. Crediamo inoltre che la nuova struttura sportiva possa darci ulteriore visibilità dal punto di vista turistico ed avere ricadute positive anche in termini occupazionali. Per questo a beneficiare del finanziamento non sarà soltanto il campo da Golf ma sarà l’intera comunità cavrigliese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *