Figline e Incisa V.no, denunciato per porto di oggetti atti ad offendere

I militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Figline Valdarno, nella mattina di ieri, hanno proceduto al deferimento in stato di libertà di B.M., 39 anni, figlinese, incensurato, per porto di armi od oggetti atti ad offendere.
L’uomo, notato sostare in auto in atteggiamento sospetto davanti all’ufficio postale di Piazza Lucrezia Mazzanti, ad Incisa, è stato sottoposto a controllo dalla gazzella dell’Arma e sorpreso in possesso di diversi oggetti, potenziali armi, il cui porto è risultato poi ingiustificato:
un coltello a serramanico con lama da 8 cm, tenuto sul cruscotto;
una mannaia in acciaio con lama da 15 cm, occultata sotto al tappetino lato passeggero;
un tubo innocente lungo 60 cm, nascosto dietro al proprio sedile;
una roncola con lama da 29 cm, riposta nel bagagliaio e coperta da uno straccio.
Il prevenuto non ha saputo dare una valida motivazione per tale “arsenale” né il suo lavoro, operaio per una ditta di caravan, ne giustificava in alcun modo il possesso, per cui, i militari hanno proceduto al sequestro degli oggetti ed alla redazione di una relativa denuncia a carico del fermato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *