Firenze, piano antidroga: scuole sorvegliate speciali

Saranno rafforzati i controlli antidroga fuori dagli istituti scolastici medi e superiori di Firenze e provincia.

Lo ha deciso il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza riunito in settimana a Palazzo Medici Riccardi nel quadro delle iniziative varate con la circolare del Viminale “Scuole Sicure”, che si prefigge di promuovere un’azione a tutto campo, organica e coordinata, per proteggere gli adolescenti dai pericoli ai quali sono più esposti.

All’incontro, presieduto dal prefetto Laura Lega, hanno partecipato i vertici provinciali delle forze di polizia, la città metropolitana, il comune di Firenze e l’ufficio scolastico provinciale.

L’obiettivo è quello di prevenire e contrastare il traffico di stupefacenti, con personale sia in divisa che in borghese, eventualmente con l’ausilio di unità cinofile.

“Vogliamo rendere la vita difficile agli spacciatori, spiega Lega, con azioni mirate e sinergiche davanti alle scuole”. Il piano parte in forma sperimentale, com’è nelle intenzioni della circolare ministeriale, per poi mettere a punto un programma che definisca dettagliatamente tipologia, modalità e tempi delle attività, nonché i plessi da monitorare maggiormente. “I nostri interventi – conclude il prefetto- puntano a una rinnovata azione di lotta contro un fenomeno che, proprio all’inizio della stagione scolastica, richiede maggiori livelli di attenzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *