Giulio Pedani è il vincitore del concorso Petrarca.Fiv

Per lui un premio di 500 euro e la pubblicazione del suo racconto (insieme a quelli di altri 6 finalisti) in un volume edito dal Comune

È Giulio Pedani, con il suo racconto “Respirano”, il vincitore del concorso Petrarca.Fiv, che si è chiuso nel pomeriggio di sabato 16 dicembre a Casa Petrarca (piazza Benassai, Incisa).

A sceglierlo tra i 12 finalisti in gara una giuria tecnica, composta da Simona Baldanzi, Giampaolo Simi e Vanni Santoni, dopo una prima scrematura a cura della redazione della rivista culturale Con.tempo e una seconda a cura del pubblico in sala durante le due serate di letture ad alta voce (20 racconti ammessi al concorso e letti dall’attore Mario Pietramala, su un totale di oltre 50 arrivati). Insieme al racconto vincitore, firmato da Pedani, sono stati selezionati anche quelli scritti da Luca Giommoni (dal titolo “Don’t stop”), Nicola Della Pergola (dal titolo “Quello più forte di tutti”), Andrea Cardinali (dal titolo “Il paese che ho dentro”), Alessandro Bertoli (dal titolo “Il quaderno d’italiano), Erica Nocentini (dal titolo “Morire, dormire”) e Alessandro Benassi (dal titolo “Samsung”), pronti per essere pubblicati dal Comune Figline e Incisa Valdarno, in collaborazione con la rivista Con.tempo, in un volume illustrato da Nicola Giorgio del collettivo Muttnik . Il vincitore, inoltre, si è aggiudicato un premio in denaro  di 500 euro.

Si ricorda che Petrarca.Fiv è stato cofinanziato dal Comune e dalla Città Metropolitana di Firenze nell’ambito di “Echi di Contaminazione”, il bando a cui Figline e Incisa Valdarno ha partecipato insieme agli altri Comuni del Sistema museale del Chianti e del Valdarno fiorentino, aggiudicandosi in totale 25mila euro di contributo per attività culturali da svolgere, secondo una declinazione autonoma, sui singoli territori. “Echi di contaminazione” è solo uno dei tre bandi vinti durante l’estate dal Comune e si aggiunge alla conferenza spettacolo celebrativa della Giornata degli Etruschi ( che si è tenuta a  22 settembre, sul tema delle divinità etrusche) e a “Sliding Theaters” (su cui Figline e Incisa Valdarno sta lavorando, insieme alla cooperativa Coop21 e al Laboratorio Amaltea, per portare in scena un’ulteriore performance teatrale).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *