Quando la biblioteca finisce in piazza con i libri

Da venerdì 23 a domenica 25 ottobre piazza Parri, a Incisa, si trasformerà in “Una piazza di libri”. È lì, infatti, che grazie al montaggio di una tensostruttura, si trasferirà temporaneamente la biblioteca comunale Gilberto Rovai, in modo da assicurare lo svolgimento della sua tradizionale “Festa dei lettori”, ma in versione riadattata alle esigenze di prevenzione del contagio da nuovo coronavirus. Annullate, quindi, le merende e l’Aperilibro del fine settimana ma sono confermate, invece, tutte le altre attività in calendario. Oltre all’annuale premiazione dei lettori dell’anno, sono previsti laboratori, spettacoli per bambini, letture in musica, workshop di naturopatia e presentazione degli ultimi volumi arrivati in biblioteca.

Si parte venerdì alle ore 17 con “Non vedo l’ora di leggere”, un incontro per bambini (con letture animate, recitate cioè dai loro lettori, capaci di far vivere i personaggi delle storie usando voce, mimica e talvolta anche qualche supporto visivo), particolarmente adatto a chi si approccia alla lettura per la prima volta.

Sabato mattina invece, dalle ore 10,30 si terranno i laboratori per bambini (dai 4 anni in su) dal titolo “Kamishibai – Letture in valigia”. L’incontro, curato dall’associazione culturale Pandora, prevede la presenza di narratori pronti a tirar fuori da un vero e proprio bagaglio personaggi e “scenografia” utili a far comprendere, con più immediatezza, il racconto ai più piccini (seguendo, appunto, il metodo giapponese del Kamishibai).

Il pomeriggio, dalle ore 15, toccherà agli utenti più assidui e ai lettori più appassionati della biblioteca Rovai entrare in scena, perché ci sarà un momento dedicato proprio alla loro premiazione. Tre le sezioni a cui è dedicato il podio: adulti, bambini e ragazzi fino ai 14 anni. Inoltre, saranno presentati anche i nuovi libri acquisiti dalla biblioteca, che saranno subito resi disponibili per il prestito.

Alle 18,30, invece, sarà il momento della musica, con lo spettacolo di Letizia Fuochi e Francesco Cusumano dal titolo “Non fu sogno né sonno”.

Domenica 25 si riparte alle 10, con un workshop di naturopatia a cura di Tommaso De Marinis e dedicato a “Stress e difese immunitarie, un aiuto erboristico”. Il focus sarà, appunto, sulle piante adattogene, capaci cioè di aumentare la resistenza dell’organismo allo stress. Dalle 16 spazio, ancora una volta, ai più piccoli (età: 3 anni in su), per lo spettacolo “Rosaspina”, prodotto da Teatro Metropopolare. Famosa per il suo riadattamento Disney (con “La bella addormentata”), la fiaba sarà portata in scena da un’attrice, Giulia Aiazzi, e da un cantore, Matteo Bonechi, che si soffermeranno sul rapporto tra la principessa e il telaio. Testo e regia sono di Livia

Gionfrida. Per tutta la durata della manifestazione saranno attivi i servizi della biblioteca, a cui sarà possibile accedere anche senza prenotazione.

 

Articolo di Benedetta Marziali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *