A Montevarchi riorganizzati i servizi comunali per l’infanzia

Il Comune di Montevarchi inizia la riorganizzazione dei servizi comunali per l’infanzia, drasticamente interrotti lo scorso mese di marzo a causa dell’emergenza Coronavirus, con l’obiettivo di trovarsi “pronto” per le esigenze delle famiglie e dei bambini.

La Giunta comunale ha deliberato l’utilizzo dei 109.200,33 attribuiti dal Fondo nazionale del Sistema integrato dei servizi di educazione e di istruzione per un ulteriore abbattimento delle rette dei nidi comunali, ma anche per le attività aggiuntive in caso di apertura straordinaria dei servizi all’infanzia e un supporto economico ai nidi privati e accreditati.

In particolare, dopo il contributo all’abbattimento della rette per il mese di gennaio e di febbraio, l’Amministrazione comunale utilizzerà 67mila 600,33 euro per un ulteriore misura di riduzione delle rette per i due nidi comunali “La Coccinella” e “La Farfalla” al momento della riapertura; altri 20mila euro saranno impiegati nel caso in cui i decreti governativi dovessero permettere l’utilizzo delle strutture nei mesi estivi, con l’organizzazione del nido d’infanzia “La Coccinella” per una apertura anche nel mese di agosto per quei bambini i cui genitori potrebbero essere al lavoro in un periodo di solito dedicato alle ferie estive”.

Articolo di Benedetta Marziali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *