Natale: Arezzo e Montepulciano, gemellaggio sotto l’Albero

Da metà novembre all’Epifania: villaggio di Babbo Natale e mercatini natalizi ad animare strade e piazze delle due città. Giani: “Dal prossimo anno promuovere il Natale in Toscana nella molteplicità di 276 comuni”

 

Atmosfere natalizie e tanti eventi, da metà novembre all’Epifania, animeranno Arezzo e Montepulciano. Il villaggio di Babbo Natale e i mercatini natalizi con luci e musica allieteranno strade e piazze dall’inconfondibile architettura medievale e rinascimentale.

Arezzo e Montepulciano, la prima capoluogo di provincia, la seconda in provincia di Siena, distano solo una cinquantina di chilometri ma nello spirito natalizio, si uniscono in un gemellaggio sotto l’Albero. Le iniziative, organizzate dalle rispettive amministrazioni comunali, in collaborazione con Confcommercio e con l’associazione Vivi Montepulciano sono state presentate questa mattina a palazzo del Pegaso. “L’obiettivo dal prossimo anno – ha detto il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani – è quello di promuovere il Natale in Toscana nella molteplicità di 276 comuni”. “I mercatini – ha aggiunto il presidente – si calano nella molteplicità delle tradizioni che il Natale esprime e la Regione ha un ruolo di coordinamento e promozione di questa molteplicità, fonte di importante offerta turistica”.

La vicepresidente del Consiglio regionale, Lucia De Robertis, ha parlato di “sinergia tra Arezzo e Montepulciano che offre in un unico itinerario, due attrazioni per certi versi simili ma in contesti differenti, da scoprire e grande attrattiva per i turisti. Le iniziative natalizie – ha concluso De Robertis – sono organizzate con attenzione ai commercianti e agli operatori sul territorio”.

Secondo il consigliere regionale Stefano Scaramelli, si tratta di “eventi importanti che aiutano a superare i confini provinciali per veicolare, nell’integrazione, il concetto di Etruria, che dalla storia trae le sue radici”.

L’iniziativa Natale a Montepulciano si ripete per il quarto anno consecutivo. L’assessore alle attività produttive del Comune di Montepulciano Michele Angiolini ha parlato di un’idea “nata per prolungare la stagione turistica in un periodo tradizionalmente meno vivace”. Tra le iniziative più caratteristiche ha ricordato il Castello di Babbo Natale nei locali dell’antica Fortezza.

Per il terzo anno, invece, Arezzo ripropone la Città del Natale. “Due edizioni di grande successo – ha detto l’assessore alle attività produttive di Arezzo Marcello Comanducci – che hanno registrato un milione di visitatori”. “L’evento di punta – ha aggiunto Anna Lapini, presidente di Confcommercio Toscana – resta il villaggio tirolese in piazza Grande, dal 18 novembre al 1° gennaio. Si tratta del  primo ed unico mercato di questo tipo realizzato fuori dai confini del Tirolo dagli stessi operatori che animano i più famosi mercati dell’Avvento, come Merano, Salisburgo e Francoforte”. (bb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *