In A1 col revolver munito di cartucce: arrestati dalla Polizia di Stato

La Polizia Stradale di Arezzo ha arrestato due persone sorprese sulla loro auto con una pistola a tamburo già carica con cinque colpi.

E’ accaduto martedì notte quando una pattuglia della Sottosezione di Battifolle, impegnata nel servizio di vigilanza lungo l’A1, ha intercettato una Punto nera nei pressi dell’area di servizio Badia al Pino (AR).

I poliziotti hanno intuito che i due occupanti l’auto, poi identificati per un 29enne ed un 50enne originari della Campania, nascondessero qualcosa e, quindi, gli hanno intimato l’alt, indirizzandoli verso un’area di parcheggio. I due hanno fatto intendere di voler eseguire l’ordine ma, all’improvviso, il conducente ha cambiato direzione per sottrarsi al controllo e darsi alla fuga. La pattuglia, con una rapida manovra, li ha affiancati in modo da chiudergli ogni via di fuga, costringendoli così a fermarsi.

Dopo aver proceduto al fermo dell’auto, gli agenti hanno perquisito l’autovettura rinvenendo, sotto il sedile, un revolver calibro 38 con i colpi nel tamburo, la matricola abrasa, nonché altre 86 cartucce. Alla richiesta di spiegazioni i due malviventi, pregiudicati per rapina e falso, si sono chiusi in un significativo silenzio.

Gli operatori li hanno quindi arrestati per detenzione di arma clandestina, sequestrando loro pistola, cartucce e auto. Ora gli investigatori dovranno risalire al proprietario dell’arma, nonché verificare se la stessa è stata utilizzata per commettere altri reati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *