Nuovo fontanello a Figline: sabato 28 taglio del nastro allo Stecco

Salgono a 9 i fontanelli pubblici a Figline e Incisa Valdarno: l’ultimo è stato installato in piazza Antonietta e sarà inaugurato sabato 28 aprile alle ore 11.00 alla presenza dell’Assessore all’Ambiente, Lorenzo Tilli.

Il fontanello sarà dotato di una copertura idonea a proteggere gli utenti dal sole e dal maltempo, mentre la parte frontale offrirà un ampio piano d’appoggio; di due punti di erogazione: uno per l’acqua naturale, l’altro per quella frizzante. La prima è completamente gratuita, mentre la seconda può essere prelevata pagando 10 centesimi al litro, oppure 8 centesimi se si dispone di una carta ricaricabile al momento acquistabile solo alla tabaccheria sul ponte del Matassino.

Gli altri fontanelli, la maggior parte installati nel 2017, si trovano sia a Figline (in piazza Guido Rossa, in via della Resistenza, in piazza Salvo D’Acquisto, all’interno dei Giardini dalla Chiesa e in piazza Don Minzoni al Matassino) che ad Incisa (in località Burchio, La Massa e in piazza Santa Lucia).

Analisi periodiche di laboratorio più frequenti garantiscono poi la sicurezza dell’acqua erogata, mentre un programma di manutenzione preventiva garantisce l’affidabilità dell’impianto di produzione e distribuzione.

I fontanelli hanno l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale, dovuto alla produzione di plastica, e l’impatto economico, facendo risparmiare tutti i cittadini. Basti pensare una famiglia che utilizza i fontanelli comunali risparmia in media 60 euro all’anno (per un risparmio complessivo di 570mila euro in 12 mesi). Mentre per quanto riguarda l’impatto ambientale, invece, si evita il consumo di 50mila kg di plastica (utilizzando 1.266.666 bottiglie in meno), che corrisponde ad una mancata emissione di 115mila kg di Anidride Carbonica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *